menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da sito industriale a spazio aperto ai cittadini: un progetto per riqualificare l'ex centrale di via Buozzi

La struttura del quartiere Stanic, dismessa nel 2013, rientra tra i 23 siti inseriti da Enel nel progetto di rigenerazione 'Futur-e', che coinvolge Comune e Politecnico di Bari: 19 le proposte già elaborate dagli studenti, raccolte in una mostra. Nel 2017 sarà bandito il concorso di idee

Da centrale termoelettrica a spazio da restituire alla città, attraverso un percorso di rigenerazione che coinvolga cittadini e istituzioni. Così Enel 'studia' la riqualificazione dell'ex centrale di via Bruno Buozzi, dismessa nel 2013 in seguito ad un incendio. La struttura del quartiere Stanic è infatti tra le 23 inserite nel progetto 'Futur-e', che si propone di individuare soluzioni per la riqualificazione di siti industriali dismessi.

Il progetto è stato presentato ieri, nell'ambito del convegno "Città in movimento: rigenerazione urbana e aree industriali dismesse" che ti è tenuto presso l'ex centrale. Nel pomeriggio, la struttura ha aperto le porte ai cittadini, per la mostra in cui sono stati esposti i 19 progetti di riqualificazione già elaborati dagli studenti di Architettura del Politecnico. Diverse le idee proposte per il futuro dell'impianto, che occupa una superficie di 8 ettari: dalla creazione di un'accademia di moda e design ad un centro ricreativo, da un frantoio sociale a spazi di co-working, o ancora una cittadella dello sport o delle scienze, un anfiteatro, un parco urbano, un belvedere sulla città.

Il percorso di partecipazione e confronto, che vede appunto il coinvolgimento di Politecnico e Comune, sarà portato avanti fino a fine anno, mentre nel 2017 è previsto il concorso di idee per l'individuazione del progetto che, come spiegato dal responsabile del progetto Enel, Matteo Bettino, dovrà rispondere ai criteri di  sostenibilità ambientale, sociale ed economica, proponendo qualcosa qualcosa di innovativo, sostenibile, e che crei lavoro e indotti.

All’incontro di presentazione di «Futur-E» hanno partecipato l’assessore all’Urbanistica del Comune di Bari, Carla Tedesco, il presidente Ance Beppe Fragasso, il capo dipartimento sviluppo economico della Regione Puglia Domenico Laforgia, e il rettore del Politecnico Eugenio Di Sciascio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento