menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex giudice del Consiglio di Stato sotto accusa per maltrattamenti, Cassazione annulla revoca dei domiciliari per Bellomo

A luglio scorso il Riesame aveva disposto la misura alternativa dell'interdizione per 12 mesi. Il provvedimento è stato annullato con rinvio: il tribunale della libertà dovrà nuovamente pronunciarsi

Sarà nuovamente il Tribunale del Riesame a stabilire se l'ex giudice del Consiglio di Stato, Francesco Bellomo, dovrà tornare agli arresti domiciliari. La Corte di Cassazione, infatti - come riporta l'Ansa - ha annullato con rinvio il provvedimento con il quale a luglio scorso il Riesame aveva revocato i domiciliari per l'ex consigliere di Stato, disponendo la misura alternativa dell'interdizione per 12 mesi.

Le accuse a Bellomo, arrestato all'inizio del luglio scorso e rimasto 20 giorni ai domiciliari, riguardano i presunti casi di maltrattamento su quattro donne che frequentavano la sua Scuola di Formazione per la preparazione al concorso in magistratura «Diritto e Scienza», e un presunto caso di estorsione ad un’altra ex corsista, che sarebbe stata da lui costretta a lasciare il lavoro. 

I giudici del Tribunale della Libertà avevano anche riqualificato i reati contestati da maltrattamenti in tentata violenza privata aggravata e stalking e da estorsione in violenza privata: in merito a ciò, la Cassazione ha ritenuto inammissibile il ricorso presentato dalla Procura, così come ha rigettato il ricorso della difesa contro l'interdizione e contro il sequestro di alcuni documenti.

Per Bellomo, la Procura di Bari ha intanto chiesto il rinvio a giudizio sia per i reati originariamente contestati di maltrattamenti ed estorsione, che per calunnia e minaccia nei confronti dell’attuale presidente del Consiglio Giuseppe Conte (all’epoca vicepresidente del Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa), e di Concetta Plantamura,  rispettivamente presidente e componente della commissione disciplinare che decise poi per la destituzione di Bellomo, sottoposto a procedimento disciplinare nel 2017.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento