Ex mercato di San Pio ridotto a rudere, verso l'abbattimento di un'ala: "Al suo posto campi sportivi"

La struttura, realizzata nel 1988, non è mai entrata in funzione ed è attualmente in condizioni di grande degrado: prevista anche la riqualificazione di un'altra parte, per destinarla all'Amiu

Sarà in parte abbattuto il rudere che avrebbe dovuto ospitare il mercato rionale di San Pio, in via della Felicità. La struttura, realizzata nel 1988, non è mai entrata in funzione ed è attualmente in condizioni di grande degrado. Solo un'ala dell'edifcio è attualmente operativa, destinata a deposito di zona dell'Amiu. L'altra parte, invece, sarà liberata da macerie e pezzi pericolanti: al loro posto saranno realizzati un campo da calcetto e uno per altri sport.

Il sopralluogo di questa mattina del vicesindaco Pierluigi Introna e degli assessori Giuseppe Galasso e Pietro Petruzzelli, nonché dal dg comunale Davide Pellegrino e i rappresentanti Polizia Locale, Amiu e ripartizioni comunali, è servito a fare il punto sui prossimi passi da intraprendere. L'Amiu potrà estendere le loro superfici recuperando un'altra porzione del mercato, creando anche un centro di raccolta al servizio di San Pio e dei quartieri limitrofi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Demoliremo la porzione di immobile abbandonato, danneggiato e ricolmo di macerie e rifiuti di ogni tipo - ha commentato Galasso - poiché abbiamo riscontrato porzioni irrimediabilmente danneggiate anche a seguito di incendi verificatisi all’interno con interessamento importante delle strutture che rendono verosimilmente non conveniente qualsiasi intervento di recupero strutturale di una parte dei manufatti esistenti. Su quella superficie che si libera contiamo, invece, di realizzare un’area dedicata alle attività sportive a servizio del quartiere, quali un campo da calcetto, uno di basket o altro che valuteremo d’intesa con cittadini ed associazioni, che potranno fruire degli attuali locali, spogliatoi e servizi in uso da Amiu che si libereranno a seguito della ristrutturazione della porzione recuperabile dell’ex mercato con estensione del deposito e centro di raccolta. Nei prossimi giorni Amiu perfezionerà un preventivo di spesa relativo ai costi per la rimozione delle macerie e rifiuti presenti all’interno della struttura, la ripartizione Lavori pubblici eseguirà i lavori di rimozione delle parti pericolanti in modo da consentire in sicurezza le operazioni di rimozione rifiuti e quantificherà i costi relativi alla demolizione della porzione irrecuperabile di immobile per la quale gli uffici del Patrimonio stanno già provvedendo a definire le procedure occorrenti ad autorizzarne la demolizione con la quale verrà definitivamente bonificata l’area”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 100: coinvolte 5 auto e un furgone, otto feriti. Aggredito soccorritore del 118

  • L'alga tossica 'invade' il litorale di Bari e dintorni: valori alti in città e in alcune località della provincia

  • In Puglia 20 nuovi casi di Covid, 4 nel Barese. Il dg dell'Asl: "Due nuclei familiari contagiati"

  • "Il Covid colpisce anche d'estate. Sbagliato salutare con baci e abbracci": l'infettivologa invita a non abbassare la guardia

  • Dieci nuovi casi di covid in Puglia e nessun decesso. Un positivo in più nel Barese

  • Temporali in arrivo nel Barese: la Protezione civile lancia l'allerta meteo gialla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento