Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Parcelle gonfiate sui fallimenti, arrestato noto penalista barese

L'avvocato è stato arrestato stamattina dai militari della Guardia di Finanza nell'ambito di un'inchiesta della procura di Bari su presunte irregolarità nell'elaborazione delle parcelle relative a fallimenti

Un noto avvocato penalista del foro barese è stato arrestato questa mattina dai militari della Guardia di Finanza con le accuse di falso, peculato, truffa e omesso versamento delle imposte. L'indagine riguarderebbe delle presunte parcelle gonfiate relative al suo incarico di curatore fallimentare. Secondo gli inquirenti, infatti, in maniera sistematica e fin dall'inizio del suo incarico, il legale avrebbe messo in atto una condotta criminale tesa da un lato ad appropriarsi del denaro del fallimento (in modo particolare dei canoni locativi degli immobili in curatela), così da svuotare la casse; dall'altro a compiere numerose false dichiarazioni alcune finalizzate all'emissione di falsi mandati di pagamento che servivano a giustificare i prelievi dalle casse del fallimento.

La Guardia di Finanza sta inoltre sequestrando denaro, beni mobili e immobili nelle disponibilità dell'avvocato per un valore complessivo di 622mila euro, il corrispettivo del profitto per l’omesso versamento delle imposte. Secondo gli inquirenti, al legale sarebbe addebitabile l’illecita appropriazione di oltre 1,5 milioni, nel corso di un decennio, ai creditori ammessi al fallimento e all’ istituto di credito presso il quale era depositato parte dell’attivo liquidato. Il professionista, inoltre, nel 2007 e nel 2008, non ha, naturalmente, dichiarato quanto aveva sottratto alla curatela e quindi è anche accusato di dichiarazione infedele dei redditi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcelle gonfiate sui fallimenti, arrestato noto penalista barese

BariToday è in caricamento