Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Fallimento Bari Calcio, la Procura apre un'indagine conoscitiva

Al momento il fascicolo conoscitivoè senza indagati e ipotesi di reato. Agli atti dell'inchiesta c'è la sentenza di fallimento: l'obiettivo dei giudici è quello di accertare se si sia trattato di una bancarotta

Il fallimento dell'As Bari Calcio finisce sotto la lente di ingrandimento della magistratura. La Procura di Bari, infatti, ha aperto un fascicolo conoscitivo. Al momento l'indagine, affidata al pm della Procura di Bari Giuseppe Dentamaro, è senza indagati e ipotesi di reato, mentre agli atti c'è la sentenza di fallimento.

Si tratta comunque di un atto dovuto. Dopo la sentenza del Tribunale civile di Bari che lo scorso 10 marzo ha dichiarato il fallimento della società, gli atti sono stati trasmessi ai magistrati di via Nazariantz: l'obiettivo dei giudici sarà quello di accertare se ci siano state irregolarità nel fallimento e se si sia trattato di una bancarotta.

I curatori nominati dal Tribunale, Gianvito Giannelli e Marcello Danisi, stanno lavorando per stilare la relazione che entrerà nel fascicolo della Procura e sulla base della quale il pm Dentamaro potrebbe disporre una consulenza tecnica. Stando alla sentenza di fallimento, la società di calcio nata nel 1928 e dal 1977 gestita dalla famiglia Matarrese, avrebbe accumulato negli ultimi anni debiti per circa 31 milioni di euro, tra tasse, fornitori e stipendi.

Intanto, dopo l'asta dichiarata deserta lo scorso 18 aprile, si attende la prossima, convocata per il 12 maggio, per sapere se il Bari calcio avrà un nuovo proprietario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallimento Bari Calcio, la Procura apre un'indagine conoscitiva

BariToday è in caricamento