Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Dec, evitato il fallimento: sì del tribunale al concordato preventivo

Accolta la richiesta presentata a luglio dal Gruppo Degennaro. Salvi i 250 posti di lavoro a rischio. La società: "Piano industriale per la crescita con un management rinnovato"

La Dec Spa non fallirà. La quarta sezione del tribunale fallimentare di Bari ha accolto la richiesta di concordato preventivo presentata dal Gruppo Degennaro nel luglio scorso, per evitare il fallimento a causa dei 346 milioni di euro di debiti accumulati negli anni. Sono salvi, quindi, anche i 250 posti di lavoro a rischio.

"Il management della Nuova Dec - si legge in una nota dell'azienda - esprime soddisfazione per la decisione del Tribunale di Bari". "Il concordato preventivo - spiega la Dec - prevede un piano di ristrutturazione orientato alla continuità aziendale e, nei limiti del possibile, occupazionale attraverso la costituzione di una nuova società, la Nuova Dec Srl, e l'affitto di un ramo d'azienda della Dec SpA nel quale sono confluiti alcuni appalti pubblici per un valore superiore ai 100 milioni di euro aggiudicati nell'ultimo periodo alla Dec Spa. La Nuova Dec intende non solo portare a termine le commesse già acquisite da Dec, ma anche intraprendere un percorso di crescita fondato su un articolato piano industriale con un management rinnovato".

Per Ruggero Carcano, appena nominato direttore generale dal Cda della Nuova Dec, la decisione del Tribunale "segna l'inizio di un nuovo percorso dell'impresa di costruzioni del Gruppo Degennaro che avvierà i contratti d'appalto già acquisiti dalla Dec spa, relativi ad importanti lavori ferroviari quali il raddoppio della tratta Lunghezza - Guidonia e l'Alta Velocità nella tratta Brescia-Treviglio, importanti edifici in Roma per il Ministero della Difesa e infine la costruzione del nuovo padiglione di Nefrologia e la ristrutturazione di padiglioni esistenti all'interno del Policlinico di Bari".

"La Nuova Dec - afferma ancora - si avvarrà di un nuovo management e di un nuovo sistema organizzativo aziendale, fermo restando il mantenimento dell'occupazione di parte di tecnici ed amministrativi provenienti dalla Dec Spa". "La Nuova Dec - conclude - nella piena consapevolezza della grave crisi del settore delle costruzioni, svilupperà un notevole impegno per portare avanti non solo i contratti d'appalto trasferiti dalla Dec spa ma anche per l'acquisizione di nuove commesse, al fine di dare un forte contributo allo sviluppo del lavoro e dell'economia del territorio pugliese".
(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dec, evitato il fallimento: sì del tribunale al concordato preventivo

BariToday è in caricamento