menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bitonto, tenta di ammazzare due ex affiliati al suo clan: in carcere Cosimo Modugno

L'uomo, ritenuto a capo dell'omonimo sodalizio criminale e già detenuto a Busto Arsizio, è accusato di concorso in tentato duplice omicidio ai danni di due ex affiliati. I fatti risalgono all'agosto 2015

Avrebbe tentato di uccidere due presunti ex affiliati al suo clan ma questi sarebbero riusciti a fuggire in modo rocambolesco all'agguato: i carabinieri hanno eseguito una custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Bari su richiesta della locale Dda di danni di Cosimo Modugno, 36 anni, accusato di concorso in tentato duplice omicidio ai danni di Vincenzo Corallo, 20 anni, e Domenico Leovino, 35enne. Modugno è anche accusato di porto e detenzione illegale di arma da sparo in luogo pubblico.

IL VIDEO DELLE INDAGINI

L'ordinanza di arresto è stata eseguita nel carcere di Busto Arsizio (Varese). L'episodio risale al 24 agosto del 2015. Attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali, nonché pedinamenti, è stato possibile risalire a Modugno il quale sarebbe stato spinto ad agire poiché Corallo e Leovino avrebbero deciso da tempo di abbandonare il sodalizio criminoso dedicandosi autonomamente a un'attività di spaccio, rinnegando l'autorità del boss. Nel corso dell'agguato, i due sono riusciti a farla franca riparandosi, rispettivamente, nel portone di un condominio e dietro a un pilastro di uno stabile. Nel corso dell'inchiesta, inoltre, lo scorso 6 febbraio, era stato già arrestato Leovino, preso mentre deteneva illegalmente una pistola calibro 9 con matricola abrasa e 6 proiettili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento