Cronaca

Ciechi assoluti da dieci anni, ma guidavano l'auto: denunciati due fratelli a Molfetta

Percepivano l'indennità di accompagnamento in quanto "ciechi assoluti" ma guidavano regolarmente l'auto e andavano a fare la spesa. Sequestrati beni per 140mila euro, somma corrispondente alle indennità incassate indebitamente

Accompagnavano i figli a scuola, andavano a fare la spesa, guidavano l'auto e prendevano il treno, passeggiavano in strada, attraversando gli incroci e schivando le auto in sosta. Il tutto da soli e in perfetta autonomia, anche se da più di dieci percepivano l'indennità di accompagnamento in quanto "ciechi assoluti".

Protagonisti della truffa due fratelli cinquantenni di Molfetta, che sono stati scoperti e denunciati dagli uomini della Guardia di Finanza. I due sono stati seguiti e filmati per diverse settimane dagli uomini della Guardia di Finanza, che hanno accertato come i due conducessero una vita perfettamente normale nonostante l'invalidità dichiarata all'Inps.

VIDEO: I FALSI CIECHI FILMATI DALLA FINANZA

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Trani, sono partite da una analisi preliminare degli elenchi di persone che percepiscono indennità di accompagnamento in quanto 'non vedenti assoluti'.

Oltre alla denuncia all'Autorità giudiziaria per truffa aggravata ai danni dello Stato, nei confronti dei due fratelli è scattato un provvedimento di sequestro "per equivalente" di immobili, terreni e conti correnti bancari, per una somma complessiva pari ad oltre 140 mila euro, corrispondente all’importo indebitamente percepito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciechi assoluti da dieci anni, ma guidavano l'auto: denunciati due fratelli a Molfetta

BariToday è in caricamento