menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si fingeva finanziere per vendere riviste militari: smascherato truffatore

Denunciato un 30enne della provincia di Bari: vittima della tentata truffa un imprenditore di Francavilla Fontana, che ha denunciato tutto ai veri finanzieri

Si spacciava per finanziere, proponendo l'acquisto di riviste del Corpo. Il truffatore - un 30enne della provincia di Bari - è stato però smascherato e denunciato per il reato di truffa e sostituzione di persona dai veri militari delle Fiamme Gialle.

Il tentativo di truffa e la denuncia

Come riporta BrindisiReport, indagini sono partite dalla denuncia di un imprenditore di Francavilla Fontana, che si è rivolto alle Fiamme Gialle del luogo, riferendo di essere stato contattato sulla propria utenza telefonica da un uomo qualificatosi come “operatore della Guardia di Finanza e funzionario responsabile degli uffici della rivista”. Secondo la ricostruzione fornita dal denunciante, il 30enne avrebbe proposto l’acquisto di un abbonamento relativo alla rivista della Guardia di Finanza e ad altri gadget militari a fronte del pagamento di un corrispettivo paventando, nel corso della conversazione telefonica, che l’adesione all’abbonamento poteva essere anche comunicata ai colleghi in caso di eventuali controlli fiscali. Alcuni giorni dopo, nonostante il suo diniego, all’imprenditore veniva fatto recapitare - per mezzo di un operatore di una società di spedizioni - un pacco contenente il materiale relativo all’abbonamento che non veniva opportunamente accettato. Successivamente, in seguito al rifiuto di aderire alla proposta, il denunciante veniva nuovamente contattato dal truffatore, questa volta nelle vesti del direttore di una nota società di corriere espresso, intimandogli di procedere al pagamento dell’ordine. 

La Finanza ai cittadini: "Segnalate casi di truffa"

L’Autorità Giudiziaria, informata dei fatti, disponeva approfonditi accertamenti volti a riscontrare le condotte fraudolente poste in essere dal sedicente finanziere e stroncare un fenomeno, il cui protrarsi nel tempo avrebbe comportato, oltre a potenziali esposizioni dei cittadini e degli operatori economici, anche un danno di immagine del Corpo della Guardia di Finanza. Pertanto, i finanzieri della Compagnia di Francavilla Fontana, a seguito dei riscontri investigativi, individuavano l’autore del raggiro e procedevano a denunciarlo all’Autorità Giudiziaria, per i reati di truffa e sostituzione di persona. Si rappresenta che la Guardia di Finanza non propone simili servizi ed il Comando Provinciale di Brindisi è a disposizione della cittadinanza - per mezzo dei propri uffici o attraverso il numero di pubblica utilità “117” - per eventuali comunicazioni e/o segnalazioni di falsi appartenenti al Corpo.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento