Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Falso olio extravergine di oliva, maxi sequestro della Finanza al porto

Il carico - oltre 25mila chili di olio contenuti in un'unica cisterna, era proveniente da un'azienda del nord barese e diretto in Albania

Era spacciato come "olio extravergine di oliva" prodotto nell'Unione europea,  ma in realtà la sua qualità era di molto inferiore agli standard previsti dalla normativa vigente.A sequestrare il carico, composto da più di 25mila chili di olio, contenuti in un'unica cisterna, sono stati i finanzieri in servizio nel porto di Bari, in collaborazione con funzionari del locale Servizio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

L'olio, proveniente da un'azienda del nord-barese, era diretto in Albania.

La cisterna è stata sottoposta a sequestro ed i responsabili legali delle due ditte, che hanno curato, rispettivamente, la produzione e la commercializzazione dell’olio, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per frode in commercio e falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falso olio extravergine di oliva, maxi sequestro della Finanza al porto

BariToday è in caricamento