Cronaca

Asta fallimentare Bari calcio, indaga la Procura: acquisite carte

Il procuratore Tosto e il pm Dentamaro hanno avviato accertamenti per stabilire se vi sia stata turbativa nell'asta per l'aggiudicazione della società di calcio, nel maggio 2014. Non vi sono, al momento, indagati

La Procura di Bari vuole vederci chiaro sui soldi adoperati da Gianluca Paparesta per l'acquisto del Bari calcio durante l'asta fallimentare di maggio 2014. Su richiesta del procuratore Anna Maria Tosto e del pm Giuseppe Dentamaro - riportano oggi alcuni quotidiani locali - la Guardia di Finanza, nel mese di febbraio, ha svolto alcuni accertamenti acquisendo documenti sui rapporti tra la Fc Bari e i partner commerciali, tra cui la società irlandese Mp&Silva e Infront Italy, con cui l'azienda ha stipulato importanti accordi economici, per un valore complessivo di circa 3 milioni di euro.

Secondo gli inquirenti, si tratterebbe di un atto dovuto per stabilire se vi siano state irregolarità nello svolgimento dell'asta. Al momento non risultano iscritti al registro degli indagati. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asta fallimentare Bari calcio, indaga la Procura: acquisite carte

BariToday è in caricamento