Pagamenti contributi giocatori Fc Bari, inchiesta della Procura: indagati Giancaspro e tre impiegati della BpB

Per gli inquirenti, il patron avrebbe cercato di dimostrare alla Covisoc che il versamento delle somme sarebbe avvenuto entro il 16 marzo. Questo, invece, sarebbe avvenuto di fatto il 6 aprile, provocando la penalizzazione di 2 punti contro la società

Il presidente della Fc Bari, Cosmo Antonio Giancaspro è indagato assieme a tre impiegati della Banca Popolare di Bari per "ostacolo alla vigilanza" nell'ambito dell'inchiesta sulla regolarità dei pagamenti di ritenute Irpef e contributi Inps dovuti ai calciatori biancorossi per i mesi di gennaio e febbraio. Per questa vicenda la società ha subito una penalizzazione di 2 punti nel campionato di Serie B appena concluso con slittamento al 7° posto in classifica: costretta a giocare il primo turno di play-off in trasferta, a Cittadella, la squadra allenata da Grosso è stata eliminata dopo un beffardo 2 a 2 ai supplementari. 

Ieri le perquisizioni in banca e allo stadio

L'inchiesta della Procura di Bari è coordinata dai pm Giuseppe Dentamaro e Larissa Catella. Ieri vi sono state perquisizioni in alcune sedi dell'istituto di credito e in quella del Club, al San Nicola da parte della Guardia di Finanza: secondo gli inquirenti, come riportato da alcune testate locali, il presidente dell'Fc Bari avrebbe cercato di dimostrare alla Covisoc (Commissione Vigilanza Società Professionistiche della Figc. ndr) che il pagamento delle somme sarebbe avvenuto entro il 16 marzo 2018. Il versamento, invece, sarebbe avvenuto di fatto alcune settimane dopo, il 6 aprile.

Liquidità insufficiente al 16 marzo? 

Per gli investigatori, i modelli f24 rilasciati dalla BpB risulterebbero differenti da quelli telematici inviati alla Covisoc. Al 16 marzo, per la Procura, non vi sarebbe stata liquidità sufficiente per disporre i pagamenti ed evitare la penalizzazione. Da qui il presunto 'stratagemma'. Secondo la società, la valuta al 16 marzo avrebbe avuto la certificazione dell'Agenzia delle Entrate con il pagamento contabilizzato al 6 aprile. Il club, in ogni caso, specifica che l'indagine non riguarda la situazione patrimoniale del club. Il tutto a pochi giorni dall'attesa assemblea dei soci del 15 giugno, convocata per ripianare le perdite da 5 milioni e iscrivere la società al prossimo campionato. Da parte della Banca Popolare di Bari, intanto, in merito ai tre impiegati indagati, è stata disposta un'indagine interna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento