Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca San Girolamo - Fesca

Federprivacy e Asl di Bari, insieme per una maggiore tutela della privacy del paziente

Pubblicato un importante protocollo d'intesa tra Federprivacy e la Asl di Bari. Obiettivo primario dell'azienda sanitaria pugliese e dell'Associazione dei privacy officer, quello di cooperare insieme per migliorare gli adempimenti privacy a tutela dei cittadini/pazienti, anche in ivista del nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Quando ci si reca in una clinica o in un ospedale, spesso la sensazione è che la tutela della privacy sia ancora precaria, nonostante la normativa che la regola con pesanti sanzioni per chi la viola. Ecco perchè l'iniziativa della ASL di Bari, insieme a Federprivacy, è sicuramente degna di apprezzamento. La ASL barese, ha infatti siglato un protocollo d'intesa con la Federazione Italiana Privacy, che è stato appena pubblicato nell'albo pretorio dell'azienda sanitaria. L'obiettivo primario, come si legge nella delibera, è quello di cooperare per migliorare gli adempimenti privacy a tutela dei pazienti, anche in vista del nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati.

Le finalità sono quelle di potenziare soluzioni e strumenti che possono eliminare o ridurre l'incidenza di violazioni della privacy verso i cittadini/utenti che usufruiscono dei servizi sanitari e contribuire nel contempo alla sensibilizzazione della cultura della privacy all'interno dell'ASL stessa. Un protocollo quello firmato fra l'ASL di Bari e Federprivacy che pone al centro la tutela del cittadino che usufruisce delle prestazioni sanitarie ai fini privacy.

Obiettivi comuni dell'accordo di collaborazione tra i due enti sono: promuovere con ogni mezzo la divulgazione, la conoscenza ed il rispetto delle normative vigenti in materia di privacy nelle specifico settore sanitario, elaborare linee guida, buone pratiche ed orientamenti in materia di privacy, svolgere la funzione di osservatorio e di centro di ricerca indirizzato a monitorare i fenomeni e le evoluzioni della privacy e della data-protection, cooperare con autorità, istituzioni, enti pubblici ed altre associazioni per conseguire la migliore interpretazione ed applicazione della normativa vigente in materia di privacy, promuovere lo studio, la ricerca, e l'approfondimento delle tematiche della privacy, anche mediante corsi di qualificazione, di aggiornamento e di specializzazione

La ASL di Bari con la sottoscrizione di questo protocollo, tra l'altro, non si vuole far trovare impreparata rispetto all'iter di approvazione a livello europeo del nuovo Regolamento sulla protezione dei dati, infatti, il 12 marzo 2014 il Parlamento Europeo ha approvato in prima lettura, il progetto di Regolamento generale che riformerà ed aggiornerà la legislazione europea in materia di protezione dei dati personali, introducendo notevoli cambiamenti rispetto al Codice Privacy attuale, come ad esempio la nomina obbligatoria del privacy officer per tutte le pubbliche amministrazioni, aziende sanitarie incluse.

L'Asl di Bari e Federprivacy si impegnano inoltre con estrema trasparenza, anche a monitorare per un periodo di almeno tre anni il funzionamento degli strumenti e delle buone pratiche adottate, impegnandosi inoltre a pubblicizzare i risultati ottenuti dall'applicazione degli strumenti e delle buone pratiche adottate attraverso report annuali, che dovranno essere resi disponibili al pubblico gratuitamente per consultazione in formato elettronico.

Nicola Bernardi, presidente di Federprivacy, ha commentato l'accordo appena siglato: " l'iniziativa della ASL di Bari, potrà costituire un modello virtuoso, che potrebbe presto essere imitato da altre aziende sanitarie del territorio che vogliano dimostrare in concreto il loro impegno nel perseguire la privacy del paziente, più come un valore, che come una burocrazia."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Federprivacy e Asl di Bari, insieme per una maggiore tutela della privacy del paziente

BariToday è in caricamento