menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova fermata 'Villaggio del lavoratore', il cantiere va avanti: "Pronta nel 2018"

L'opera rientra tra gli interventi previsti nell'ambito del raddoppio dei binari Rfi tra Bari Sant'Andrea e Bitetto. Nel piazzale esterno della fermata sarà realizzato un parcheggio di scambio

Se i tempi previsti saranno  rispettati, entro giugno 2018 il 'Villaggio del lavoratore' avrà la sua nuova stazione ferroviaria. La realizzazione della fermata rientra tra gli interventi previsti nell'ambito del raddoppio dei binari Rfi - per un tratto di circa 10,5 km - tra Bari Sant’Andrea e Bitetto, ultimo tassello del raddoppio della linea Bari-Taranto. Questa mattina il sindaco Antonio Decaro, accompagnato dal responsabile della Direzione Investimenti Sud di Rete Ferroviaria Italiana, Roberto Pagone, insieme ai responsabili territoriali di Italferr, ha effettuato un sopralluogo sul cantiere della fermata, per verificare lo stato di avanzamento dei lavori.

LA STAZIONE E IL PARCHEGGIO DI SCAMBIO - La nuova fermata Villaggio del Lavoratore sarà collegata con un sottopasso all’omonimo quartiere, dove sono in corso di realizzazione una strada con annesso marciapiede e pista ciclopedonale. Nel piazzale esterno della fermata, che sarà completamente illuminato, un’area sarà destinata ai parcheggi: circa 70 posti auto, di cui 4 riservati alle persone a ridotta mobilità, 16 stalli per motocicli e postazioni di bike-sharing. Inoltre, sarà realizzata una corsia stradale riservata agli autobus bus e una dedicata al kiss&ride, per la sosta breve. La fermata potrà essere connessa alla vicina linea ferroviaria FAL Bari – Matera, diventando così punto di interscambio intramodale. I lavori, del costo complessivo di 220 milioni di euro, saranno terminati per dicembre 2017 e la linea sarà abilitata entro l’estate del 2018. Al momento, fa sapere Rfi, i lavori proseguono secondo i tempi previsti: già attivi i cantieri per la nuova fermata di Modugno mentre è in corso la posa, lungo i primi tre chilometri di linea lato Bitetto, dei tralicci di sostegno del sistema di alimentazione elettrica dei treni. Successivamente saranno posizionati i binari che by-passano completamente l’abitato di Modugno, corrono prevalentemente in trincea e per 2 km in galleria, in corrispondenza degli svincoli con le arterie stradali. 

DECARO: "RISPOSTA ALLE ESIGENZE DI MOBILITA'" - "Per la città di Bari questa linea e questa fermata hanno una valenza straordinaria - ha affermato il sindaco - perché rappresenta una risposta alla domanda di mobilità dei residenti del Villaggio del Lavoratore, che potranno arrivare qui  a piedi o in bicicletta e raggiungere il centro cittadino in soli 8 minuti con un frequenza nelle ore di punta molto ridotta, ad oggi transitano su questa linea già 41 treni. Inoltre, grazie  alla presenza di un parcheggio di scambio, chi proviene dalla SS 96 o dalla SS 16 potrà lasciare l’automobile qui e raggiungere il centro di Bari in treno. A conferma della posizione strategica di questa zona, abbiamo chiesto alle Ferrovie Appulo-Lucane, che passano in parallelo al tracciato delle FS, di realizzare a pochi metri di distanza una fermata di collegamento, in corrispondenza dello stesso Villaggio del Lavoratore, il cui progetto è stato già consegnato al ministro dei Trasporti per il finanziamento dell’opera, nell’ambito delle reti di servizio metropolitano di tutte le città metropolitane d’Italia. Stiamo lavorando ad un piano metropolitano di trasporti che si sta componendo attraverso la messa in rete di tutte le linee che attraversano i quartieri di Bari". Decaro ha inoltre annunciato a breve altri sopralluoghi sul cantiere della Bari-Bitritto (Fal), e l'imminente avvio dell’attività sulla nuova fermata “Cecilia” della Ferrotramviaria sulla linea Bari-San Paolo. "Sono soddisfatto, finalmente si realizza una nuova fermata ferroviaria che si aggiunge alla Rete Metropolitana cittadina offrendo ai residenti del quartiere Villaggio del Lavoratore una reale alternativa che servirà a ridurre il traffico su strada e a spostarlo sui binari", ha dichiarato il consigliere comunale Massimo Maiorano, delegato alla Qualità dei servizi di trasporto.

IL SOPRALLUOGO A BARI CENTRALE - Successivamente, il sindaco si è spostato presso gli uffici RFI di Bari centrale dove ha verificato le attività, già in avanzato stato di esecuzione, per il rinnovamento e la razionalizzazione dei binari della stazione centrale. Attività che consentiranno di realizzare la completa interoperabilità fra la rete ferroviaria di RFI e quella delle ferrovie ex concesse, oltre a liberare ben 14.500 metri quadrati di aree.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento