menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziano morto dopo aver battuto la testa sugli scogli, fermati i due presunti responsabili

Si tratta di un 17enne e di un 15enne, accusati di omicidio volontario a scopo di rapina. Avrebbero fatto cadere il 77enne Giuseppe di Bello da uno scoglio vicino Monopoli

Nuovi risvolti nella vicenda dell'anziano morto ieri dopo essere stato spinto da una scogliera a Cala Verdiglio, vicino Monopoli. In giornata i carabinieri hanno fermato i due presunti autori del gesto, ovvero un 17enne e un 15enne. Sono accusati di omicidio volontario a scopo di rapina.

Potrebbe quindi non essersi trattato di una bravata, come era stato ipotizzato in giornata dalle Forze dell'ordine, che sono tornate sulla vecchia pista della rapina. Possibilità suffragata dal fatto che l'anziano aveva riscosso la pensione poche ore prima dell'incontro con i ragazzi in un bar della zona. I due si trovano ora nell'istituto di detenzione minorile Fornelli di Bari, nell'attesa che i militari facciano chiarezza sulle loro responsabilità nella morte del 78enne Giuseppe di Bello.

Fondamentali saranno anche le immagini riprese dalle videocamere del bar vicino al luogo dell'incidente, oltre alla testimonianza di un amico dell'uomo, anche lui finito in mare dopo essere stato spinto da un gruppo di ragazzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento