menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Femminicidio a Madonnella, resta in carcere il compagno della 48enne accoltellata

Il gip ha confermato il fermo per il 32enne barese Marco Basile. In aula l'uomo ha raccontato che la 48enne impugnava il coltello ed era rimasta ferita in seguito ad un abbraccio

Resta in carcere il 32enne barese Marco Basile, presunto omicida della convivente Donata De Bello, la 48enne accoltellata nel suo appartamento in corso Sonnino a Madonnella. Il gip del Tribunale di Bari Alessandra Susca ha convalidato il fermo dell'uomo, accusato di omicidio volontario, disponendo il carcere su richiesta del pm Giuseppe Dentamaro, a capo delle indagini. 

Basile in udienza ha dichiarato che la donna si è ferita da sola con il coltello mentre lui la abbracciava. Nei prossimi giorni, però, saranno valutate, anche su sollecitazione della difesa, le condizioni di salute mentale del 32enne, che potrebbe essere poi collocato in una struttura psichiatrica. In mattinata è stata eseguita sul corpo della vittima l'autopsia, per fare luce sulle effettive modalità della morte della 48enne. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento