Cronaca Molfetta

Ferragosto, intensificati i controlli della Guardia Costiera sul litorale Molfetta-Giovinazzo

Prosegue l'attività già programmata nell'ambito dell'operazione "Mare sicuro 2015": nel mirino, in particolare, l'uso "selvaggio" delle moto d'acqua, che spesso navigano troppo vicino alla costa, mettendo a rischio l'incolumità dei bagnanti

Proseguono i  controlli della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Molfetta, nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2015". Nei giorni di Ferragosto i servizi a terra ed in mare saranno rafforzati con il coinvolgimento di tutti i mezzi navali, per garantire sicurezza lungo il litorale dei Comuni di Molfetta e Giovinazzo.

I controlli in mare e a terra sono finalizzati a prevenire incidenti e scoraggiare comportamenti contrari alle regole. Ad oggi, l’attività via mare condotta, con i quattro mezzi nautici del Compartimento (una motovedetta e tre battelli veloci) ha permesso da un lato di soccorrere e prestare assistenza a vari natanti e imbarcazioni in difficoltà, e dall’altro ha evidenziato (finora) un comportamento virtuoso dei diportisti ai quali sono stati rilasciati i cosiddetti “bollini blu” a seguito dei controlli sulla regolarità delle dotazioni e della documentazione di bordo.

Continua anche il contrasto all’uso “selvaggio” delle moto d’acqua che devono navigare oltre i 400 mt dalla costa. Tutte le altre unità, invece, devono mantenersi ad una distanza superiore ai 200 mt dalla battigia. Un’altra importante prescrizione è il limite di velocità delle unità da diporto tra 200 e 1.000 metri dalla costa, fissato in 10 nodi, così come l'obbligo, per windsurf e acquascooter, di usare i corridoi di lancio.

Norme particolari - ricorda la Guardia Costiera - valgono per il tratto di mare antistante il centro storico di Molfetta e Cala Sant’Andrea, ove le unità a motore devono tenersi ad una distanza di sicurezza di non meno di 50 metri dalle scogliere frangiflutti e dal molo, procedendo a velocità non superiore ai 5 nodi. È vietato varcare le barriere frangiflutti per rischio incaglio. È vietato ormeggiare anche temporaneamente al molo esterno di Cala Sant’Andrea. In ogni caso sul sito istituzionale di questa Capitaneria di Porto è visionabile l’ordinanza n. 33/2015.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto, intensificati i controlli della Guardia Costiera sul litorale Molfetta-Giovinazzo

BariToday è in caricamento