menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferrovie Sud Est, sequestrati beni per 4,5 milioni di euro a due dirigenti

Il provvedimento eseguito dalla Finanza su disposizione della Corte dei Conti, per presunto danno erariale nella vicenda legata a consulenze e stipendi 'd'oro': sigilli ai beni dell'ex amministratore unico Fiorillo e di un altro funzionario

Beni mobili e immobili del valore di 4 milioni e mezzo di euro sono stati sequestrati dai finanzieri di Bari, su disposizione della Corte dei Conti di Puglia, nei confronti dell’ex amministratore unico delle “Ferrovie del Sud Est”, Fiorillo, e di un altro funzionario, già dirigente dell’Area Investimenti della predetta società.

Il sequestro conservativo è scaturito da indagini patrimoniali, delegate dall’Autorità Giudiziaria Contabile e svolte dalle Fiamme Gialle, che avrebbero fatto emergere "una serie di anomale consulenze con relativi compensi ottenute dai citati indagati nonché le retribuzioni - tra il 2011 ed il 2014 – dalle quali è emersa una notevole differenza tra le somme percepite e quanto a loro spettante per le cariche rivestite".

Il provvedimento ha riguardato tre immobili ubicati nel capoluogo, undici rapporti bancari e finanziari e" tutte le somme e le ragioni di credito spettanti ai due indagati, a qualunque titolo, da parte delle Ferrovie del Sud Est e di enti previdenziali, fino all’ammontare dell’importo complessivo di circa 4,5 milioni di euro, ritenuto il danno erariale su cui indaga la Procura contabile".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento