Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Anniversario della Liberazione, cerimonia al Sacrario. Introna: "Questa festa segni una svolta per il Paese"

Al sacrario di Japigia le celebrazioni organizzate dall'ANPI per il 68° anniversario della Liberazione dal nazifascismo. Il messaggio del presidente del Consiglio regionale: "Oggi come 68 anni fa, segni primavera per l'Italia"

"Come 68 anni fa, la Liberazione deve rappresentare la primavera del Paese. L’auspicio è che questo sia un 25 aprile di svolta, che sappia motivare una nuova riunificazione dell’Italia intorno ai valori di libertà, democrazia e dignità per i quali tanti martiri si sono sacrificati, tanti militari si sono battuti, tante italiane e italiani hanno messo in gioco la loro stessa vita e il proprio futuro". Con queste parole ieri, alla vigilia del 68° anniversario della Liberazione, il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna ha voluto ricordare il senso di questa ricorrenza, di particolare importanza in un momento delicato per il Paese come questo.

"In questa giornata - ha sottolineato - è fonte di unificazione ancora una volta il presidente Napolitano, quando sostiene che la festa della liberazione deve celebrare oggi più che mai il ‘patto nazionale che unisce il Paese’. Davanti alla crisi che devasta l’economia europea e in riposta alla domanda di lavoro, certezze e futuro che viene dalle donne, dai lavoratori, dai giovani e dagli anziani, la lezione di unità della Resistenza e della Costituzione deve ispirare le scelte della politica, a cominciare dall’occupazione, dallo sviluppo e da una legge elettorale che restituisca ai cittadini il diritto di scegliere i propri rappresentanti".

Le celebrazioni per la festa della Liberazione si terranno questa mattina a partire dalle 9 presso il Sacrario militare dei Caduti d'Oltremare. A rendere gli onori ai Caduti un picchetto Interforze formato da militari dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica Militare, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dalla Fanfara del Comando Scuole A.M./3ªRegione Aerea. Saranno presenti i Gonfaloni della Regione Puglia, della Provincia e del Comune di Bari con i labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.


Programma della Cerimonia:

ore 09.00: arrivo Autorità ed Invitati;
ore 09.15:  arrivo Massima Autorità:
ore 09.45: arrivo sul luogo della cerimonia di tutte le componenti interessate;
09.55:schieramento in atto;
ore 10.00: Onori;
ore 10.05: deposizione corone;
ore 10.10: celebrazione Santa Messa:
           lettura della preghiera dei Caduti;

a seguire: intervento Autorità e lettura del messaggio Ministro della Difesa;
a seguire: Onori finali alla Massima Autorità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anniversario della Liberazione, cerimonia al Sacrario. Introna: "Questa festa segni una svolta per il Paese"

BariToday è in caricamento