Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca Largo Luigi Giannella

San Nicola, giostrai sul piede di guerra: “Piazza Diaz o non apriamo”

Dove posizionare bancarelle e giostre tra largo Giannella e Punta Perotti? Il tavolo di confronto tra Comune e rappresentanti degli imprenditori, tenutosi stamattina, ha rinviato la decisione al Consiglio di questa sera

“Abbiamo capito: le nostre giostre devono morire”. Parole forti, che non lasciano spazio all’interpretazione quelle di Bruno Lavoratti. Con gli altri giostrai di Bari, sta vedendo sfumare la possibilità di aprire la sua attività durante la tre giorni di festeggiamenti per il Santo Patrono.

Questa mattina, il tavolo di confronto tra Comune (con il capo di Gabinetto, Antonella Rinella, e l’assessore Gianluca Paparesta), Municipale e rappresentanti di settore sul dove collocare quest’anno le giostre (l’Amministrazione vorrebbe creare una sorta di zona divertimenti tra la chiesa di San Sabino, parco Perotti e la stazione Bari Parco Sud; i giostrai vogliono rimanere tra piazza Diaz e largo Giannella, sul lungomare), ha lasciato poche speranze agli imprenditori rinviando il tutto alla seduta del Consiglio Comunale di questo pomeriggio. “Rimettiamo la decisione nelle mani del sindaco”, continua Lavoratti che spiega il motivo della loro ‘linea dura’: “O piazza Diaz e largo Giannella o niente. E’ la cosa più naturale visto che i festeggiamenti di San Nicola si svolgono tutti tra il molo omonimo, San Nicola (n’derr alla lanze per intenderci - ndr), Bari vecchia e molo Sant’Antonio. Arrivare da noi sarebbe molto semplice e facile”. Cosa che invece non sarebbe se si dovesse optare per la scelta del Comune: “Mi chiedo – interviene -, chi arriverebbe fin laggiù a piedi? Per i ragazzini sarebbe un supplizio”.

Insomma, dopo una stagione autunnale “andata veramente male”, ci conferma Lavoratti, il riscatto si sarebbe potuto ottenere con la festa di San Nicola, tempo permettendo. Ma se il Consiglio dovesse confermare stasera, la decisione del tavolo tecnico, è possibile, anzi, più che possibile, che i giostrai non aprano bottega perdendo opportunità lavorative.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Nicola, giostrai sul piede di guerra: “Piazza Diaz o non apriamo”

BariToday è in caricamento