menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una fiaccolata per dire "no" allo sfruttamento minorile: in marcia contro la pedofilia al San Nicola

L'iniziativa si terrà il prossimo 25 marzo. Partenza alle 18.30 dall'area dello stadio, dove di recente è emerso un giro di prostituzione minorile

Una fiaccolata di protesta contro lo sfruttamento dei più piccoli, che partirà proprio dalla zona - lo Stadio San Nicola - dove di recente è emerso il terrificante fenomeno della prostituzione minorile. L'evento si terrà il prossimo sabato 25 marzo ed è stato organizzato dal comitato provinciale Unicef Bari e dall'associazione di volontariato "Seconda mamma". 

Al grido di "no alla pedofilia" i manifestanti si riuniranno a partire dalle 18.30 dal campo dell'antistadio, per giungere poi in quelle che definiscono "le campagne dell'orrore", dove ragazzi minorenni stranieri vengono costretti ad avere rapporti sessuali a pagamento. "Non possiamo più assistere ed accettare che i bambini e le bambine - spiegano Michele Corriero di Unicef Bari e Silvia Russo Frattasi di 'Seconda mamma' - siano usati e venduti. Siamo sconvolti perché quegli orchi esistono e sono proprio accanto a noi. Siamo genitori, mamme e papà di bambini dell’età dei piccoli violentati e privati della spensieratezza. Derubati di ciò che per i nostri figli è scontato: la protezione".

Unici requisiti per partecipare: vestirsi di nero e portare una candela da accendere. Un gesto per ricordare che quando un minore viene sfruttato, l'intera nazione è a lutto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento