rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Stanic / Strada Torrebella

Le fiaccole illuminano lo stadio San Nicola, in centinaia in marcia contro la pedofilia

Alle 18.30 è partita la fiaccolata organizzata da Unicef e Seconda mamma. Grande adesione all'evento, con i partecipanti che hanno sfilato per i viali dove si consuma il fenomeno della prostituzione minorile

Politici, rappresentanti delle forze dell'ordine, cittadini, tutti insieme uniti dalla luce delle candeleÈ partita alle 18.30 allo Stadio San Nicola la fiaccolata #Stopallapedofilia, l'evento organizzato da Unicef Bari e Seconda mamma per protestare contro il fenomeno della prostituzione minorile emerso in seguito ad un servizio della trasmissione televisiva 'Le Iene', su cui da diverse settimane sta indagando la polizia

Non tutti si sono vestiti di nero come richiesto dagli organizzatori, ma ognuno era provvisto di fiaccole e, formando un serpentone umano, hanno sfilato per quelli che Seconda mamma definisce 'i viali dell'orrore', al grido di 'No alla pedofilia'. Centinaia i partecipanti, tra cui non sono mancate le personalità baresi, come il sindaco di Bari Antonio Decaro, il vicesindaco Vincenzo Brandi, i consiglieri Fabio Romito e Giuseppe Carrieri, ma anche rappresentanti delle forze dell'ordine, come il comandante della Polizia municipale Nicola Marzulli

"Queste candele - ha spiegato Silvana Calaprice, vice presidente Unicef Bari - sono il simbolo di qualcosa che si accenderà in questa zona, così come in tante altre zone della città. Noi faremo in modo che nessun bambino più possa subire violenza, che nessuno possa più dire di non sapere. Ci troviamo in un luogo dove a tutte le ore le persone si fermano pensando di trovare un mercato del sesso. Questo non è giusto per nessuno, non deve più accadere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le fiaccole illuminano lo stadio San Nicola, in centinaia in marcia contro la pedofilia

BariToday è in caricamento