Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Amianto alla Fibronit, confermata condanna per l'ex dirigente

Confermata dalla Cassazione la sentenza a carico di Dino Stringa, ex dirigente della fabbrica, condannato per l'omicidio colposo di un ex operaio morto nel 2006

Cinque mesi e 15 giorni di reclusione per l'omicidio colposo di un ex operaio morto nel 2006. La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a carico di Dino Stringa, 88 anni, di Ozzano Monferrato (Alessandria), ex dirigente dello stabilimento di cemento-amianto di Bari.

Come già aveva fatto la Corte d'appello di Bari il 22 marzo 2011, anche la Suprema Corte ha riconosciuto l'esistenza di un rapporto causa-effetto tra la produzione manufatti di cemento-amianto che avveniva all'interno della fabbrica e il mesotelioma pleurico, un tumore dei polmoni correlato proprio all'esposizione alle fibre aerodisperse dell'amianto.

Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/cronaca/ex-fibronit-la-lotta-infinita-del-comitato-cittadino.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190
Oltre che il decesso dell'operaio, la vicinanza all'amianto avrebbe causato anche la morte di una donna che per 39 anni ha abitato a poche centinaia di metri dalla fabbrica, di un altro ex operaio e delle lesioni gravissime riscontrate su un altro ex dipendente. Per queste ultime tre contestazionia carico di Stringa, tuttavia, i reati erano già stati dichiarati prescritti.

Tuttavia i decessi causati da quella che è stata ribattezzata 'la fabbrica della morte' sarebbero molti di più, e la battaglia per il loro riconoscimento viene portata avanti da anni da anni dal Comitato Cittadino Fibronit. Non solo operai, ma anche tanti cittadini che in questi anni si sono ammalati e sono morti di mesotelioma per il solo fatto di aver vissuto a poca distanza dallo stabilimento che sorgeva a cavallo tra i quartieri Japigia, San Pasquale e Madonnella.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto alla Fibronit, confermata condanna per l'ex dirigente

BariToday è in caricamento