Fiera del Levante 2020, il premier Conte inaugura l'84° edizione: "Sud motore del rilancio dell'Italia"

Al via la 84° edizione della Campionaria. All'appuntamento d'apertura hanno preso parte anche il governatore della Puglia Michele Emiliano e il sindaco di Bari Antonio Decaro nonché numerosi ministri tra cui Boccia, Patuanelli e Bellanova

Si apre con la tradizionale cerimonia inaugurale l'84° edizione della Fiera del Levante, spostata quest'anno in una inconsueta data d'ottobre a causa dell'emergenza covid. A Bari per l'occasione anche il premier Giuseppe Conte, giunto intorno alle 19.15 di ritorno da Bruxelles, dove stamane ha preso parte al Consiglio Europeo. All'appuntamento hanno preso parte anche il presidente della Fiera, Alessandro Ambrosi, il governatore della Puglia Michele Emiliano, il sindaco di Bari Antonio Decaro e il prefetto Antonia Bellomo e il presidente dell'Ente Fiera del Levante Pasquale Casillo. In platea anche il ministro delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova, il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, il mistro delle Infrastrutture Paola De Micheli e il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia.

Il presidente del Consiglio, nel suo intervento, ha sottolineato che "il momento del riscatto del Sud può realizzarsi adesso. L’Italia intera può recuperare la visione e lo status di potenza mondiale, se si riparte dalle regioni del Sud. Nessuno può permettersi di esportare efficacemente le proprie produzioni se non esporta al Sud. Se il Sud cresce alzerà la crescita di Centro e Nord. Da questo palco si sono sentite molte lodevoli intenzioni, molti apprezzabili propositi che però si sono scontrati con la dura realtà del Sud, che ha visto il Sud allontanarsi ancor di più dalla vita produttiva del Paese. Allora perché oggi deve essere cambiato qualcosa? Oggi ci sono le condizioni per realizzare finalmente una svolta. E il motivo è che non è mai successo che si sia offerta a noi un’occasione unica non solo di incidere sul divario Nord-Sud ma per fare del Sud l’avamposto del rilancio dell’Italia intera".

Il premier ha rimarcato lì'importanza, per il Mezzogiorno, "di non perdere altre occasioni come quella del Recovery Fund e dei soldi provenienti dall'Europa per la ricostruzione dopo la pandemia: "Tante volte ho visto decine di miliardi non tradursi in progetti concreti. Dobbiamo evitare gli errori del passato, non possiamo permetterci che anche questa volta tutto finisca nel nulla. E io posso garantire che i nostri progetti non resteranno solo dei 'titoli'. Questo è un impegno che ho con la squadra di governo, con cui collaboreremo tenacemente. Dovremo dotarci di uno strumento normativo dedicato per un canale preferenziale, predisporre i meccanismi che ci consentiranno di realizzare nei tempi certi i progetti programmati. Riuscire a spendere le risorse, e spenderle bene: questa è la vera svolta per l'Italia".

Poi un avvertimento sull'emergenza Covid:" "Massima concentrazione perche' basta una distrazione protratta per un breve arco temporale che la curva epidemiologica sfugga al controllo e non ce lo possiamo permettere". Quindi due parole direttamente al governatore Emiliano, rieletto pochi giorni fa: "La comunità pugliese ha creduto in lei - ha aggiunto il premier - e questo accresce ancora di piu' la responsabilità. Può contare sul governo come il governo potra' contare, sono sicuro, sulla sua leale collaborazione".

Il primo a parlare è stato il sindaco Decaro che ha sottolineato la durezza degli ultimi mesi in cui la città ha dovuto combattere, come tutta Italia, l'emergenza coronavirus: " È stato difficile e doloroso, perché abbiamo dovuto cambiare completamente il nostro punto di vista. Perché dopo aver lavorato per anni, con fatica, per favorire la socialità, per avvicinare i cittadini gli uni agli altri, per creare punti di aggregazione - piazze, giardini, parchi - che stimolassero il nostro senso di comunità, improvvisamente, da un giorno all’altro, ci siamo ritrovati a considerare ogni gruppo di persone, ogni incontro, ogni occasione di vita sociale come un potenziale pericolo per la salute. È stata una vera e propria rivoluzione culturale in negativo. E avrebbe potuto paralizzarci. Invece ci siamo adattati e siamo andati avanti. Con serietà, appunto".

Anche il governatore pugliese Michele Emiliano è intervenuto sul covid: "La nostra presenza in Fiera  ha detto, questa imponente organizzazione in sicurezza, è il segno tangibile di una regione che ha saputo resistere all’emergenza e adattarsi alle nuove condizioni di vita con senso di responsabilità, pazienza e forza. La nostra è una terra di marinai e contadini. Come marinai abbiamo affrontato il Covid, che si è abbattuto come una tempesta su tutti noi: nell’incertezza di ciò che sarebbe accaduto abbiamo fatto ricorso alle migliori competenze che avevamo, remato tutti nella stessa direzione e aiutato chiunque ne avesse bisogno. Il tributo di vite umane c’è stato anche qui, è stato doloroso e non possiamo dimenticarlo". Emiliano ha donato al presidente del Consiglio Conte, al suo arrivo in Fiera a Bari, una chiavetta usb con le dodici puntate di 'Vacanze Pugliesi', il racconto televisivo di Toti &Tata (Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo), realizzato nell'ambito della campagna di PugliaPromozione 'Riparti dalla Meraviglia'. In tutte le puntate Toti e Tata citano nei loro sketch Volturara Appula, il paese di origine del premier.

A margine della cerimonia, il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, ha parlato di Mezzogiorno: "Il Sud - riferisce all'agenzia Dire -ha tantissimo bisogno di ridurre le disuguaglianze, che finalmente i livelli essenziali delle prestazioni su sanita', scuola, trasporti, infrastrutture digitali e assistenza vengano messi di fronte alle responsabilita' di tutti, si tiri una riga e si paghi. Il Recovery fund e l'Europa ci danno questa grande opportunità- Per anni abbiamo discusso dei diritti da garantire a tutti gli italiani da nord a sud, finalmente questa volta abbiamo anche la possibilità di attingere a risorse straordinarie - ha continuato -. Varrà per tutto il sud ma anche per tutte le aree interne e di montagna, al Sud come al Nord".

Per l'altro ministro pugliese, Teresa Bellanova, titolare del dicastero delle Politiche Agricole, "il Sud ha tantissimo bisogno di ridurre le disuguaglianze, che finalmente i livelli essenziali delle prestazioni su sanita', scuola, trasporti, infrastrutture digitali e assistenza vengano messi di fronte alle responsabilita' di tutti, si tiri una riga e si paghi. Il Recovery fund - ha spiegato all'AdnKronos - e l'Europa ci danno questa grande opportunità. Per anni abbiamo discusso dei diritti da garantire a tutti gli italiani da nord a sud, finalmente questa volta abbiamo anche la possibilità di attingere a risorse straordinarie- ha continuato -. Varra' per tutto il sud ma anche per tutte le aree interne e di montagna, al Sud come al Nord".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento