Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Fiera, sit-in di protesta dell'Usb: "Il Governo non tagli il settore pubblico"

Manifestazione e striscioni davanti ai cancelli del quartiere: le forze sociali contestano il premier e i possibili ridimensionamenti del welfare: "Non si tocchino sanità, pensioni e lavoratori"

Striscioni di contestazione e sit-in, questa mattina, davanti ai cancelli della Fiera del Levante, per la protesta organizzata dall'Unione Sindacale di Base (Usb) Pubblico Impiego, in occasione dell'apertura della settantottesima campionaria. I manifestanti rivendicano più attenzione e meno tagli a pensioni, scuole e sanità, contestando privatizzazioni e precariato, contestando le recenti dichiarazioni del premier sul "grasso che cola" nel settore pubblico

"Il governo Renzi - spiega Usb - investe in armamenti e finanzia costose missioni di guerra all’estero, mentre all’interno dei confini nazionali si continuano a tagliare servizi pubblici e posti di lavoro. Come USB continueremo a difendere la sanità pubblica" e "contro un Governo che intende smantellare quel poco di stato sociale rimasto".

Tra le ragioni della protesta, anche la questione risanamento Ilva, ma il premier, nel corso della sua lunga giornata pugliese, dopo aver visitato il Gargano colpito dall'alluvione, è volato a Taranto per incontrare le parti sociali, proprio in merito al siderurgico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera, sit-in di protesta dell'Usb: "Il Governo non tagli il settore pubblico"

BariToday è in caricamento