Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Immobili, quote societarie e conti correnti: sequestrati beni per 2,5 milioni a pregiudicato

Il provvedimento eseguito dai finanzieri del Nucleo di Polizia tributaria a carico del 58enne Roberto Magaletti. A far scattare il sequestro "l'assoluta sproporzione fra i beni nella disponibilità del pregiudicato e i redditi dichiarati dallo stesso"

Beni per un valore complessivo di due milioni e mezzo di euro sono stati sequestrati a Bari dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria - Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata, su disposizione del Tribunale di Bari-Sezione Misure di Prevenzione. 

Il provvedimento riguarda i beni del 58enne Roberto Magaletti. In particolare, si tratta di tre immobili, quote societarie con relativo compendio aziendale e una ditta individuale (nei cui confronti il Tribunale assicura l’operatività della stessa azienda ed il mantenimento dei livelli occupazionali previa verifica della legalità sia dell’attività commerciale sia dei rapporti di lavoro), circa 600mila euro in contanti, sei rapporti finanziari. I beni sottoposti a sequestro anticipato - sottolinea la Finanza - verranno dunque confiscati se l’indagato non sarà in grado di dimostrarne la provenienza lecita.

VIDEO: I BENI SEQUESTRATI

Magaletti, 55 anni, annovera "precedenti penali e di polizia per i reati di furto, detenzione e cessione di sostanze stupefacenti; inoltre, lo stesso risulta imputato per il reato di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti".

Il provvedimento è stato disposto in quanto le indagini dei finanzieri, nell’ambito delle quali sono stati valorizzati in chiave patrimoniale gli elementi informativi acquisiti nel corso delle indagini penali, "hanno permesso di verificare l’assoluta sproporzione fra i beni nella disponibilità del pregiudicato e i redditi dichiarati dallo stesso".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immobili, quote societarie e conti correnti: sequestrati beni per 2,5 milioni a pregiudicato

BariToday è in caricamento