Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Dal Parco della Rinascita al raddoppio di via Amendola, Bari candida quattro progetti ai fondi ministeriali di rigenerazione urbana

In totale la tranche richiesta coprirebbe 20 milioni di euro. Al bando sugli interventi di riduzione di fenomeni di margializzazione e degrado sociale sono candidate anche la riqualificazione di via Argiro e via Manzoni

Dal Parco della Rinascita al raddoppio di via Amendola, Bari punta agli investimenti sulla rigenerazione urbana. E lo fa candidando quattro progetti al bando ministeriale per l'assegnazione dei fondi ai Comuni per le iniziative volte alla riduzione di fenomeni di margializzazione e degrado sociale. In totale con i quattro progetti il Comune riceverebbe un finanziamento di 20 milioni di euro.

La più importante delle progettualità candidate è il parco della Rinascita, che nascerà sul sito della ex Fibronit. In questo modo, oltre i 3 milioni e 500mila euro individuati come prima tranche di finanziamento per la realizzazione dell’opera già nelle disponibilità dell’amministrazione comunale, la restante parte della somma complessiva necessaria per l’intera realizzazione, pari a 14 milioni di euro secondo le stime del progetto preliminare, sarebbe coperta dall’esito positivo di questa candidatura.

Il secondo progetto candidato riguarda invece il progetto del raddoppio di via Amendola, la cui realizzazione è in fase avanzata, per cui l’amministrazione sceglie di candidare l’esecuzione di un’ulteriore rotatoria in corrispondenza di via Omodeo e l’estensione della riqualificazione della strada fino all’incrocio con via Postiglione, includendo anche quest’ultima strada, che sarà interessata da una serie di interventi di miglioramento dei luoghi e della viabilità carrabile e ciclopedonale. Il terzo intervento interessa invece il completamento della riqualificazione di via Argiro con l’eliminazione del dislivello esistente tra piano stradale, da tempo pedonalizzato, e i marciapiedi e l’utilizzo delle basole antiche sottostanti la strada. Al contempo, il progetto prevede la riqualificazione di via Calefati e via Putignani, negli isolati che collegano via Argiro e via Sparano. Il quarto e ultimo progetto candidato al bando ministeriale è quello relativo alla riqualificazione e pedonalizzazione di via Manzoni. Anche in questo caso gli interventi, che richiamano lo stile della nuova via Sparano, prevedono il livellamento di strada e marciapiedi e la realizzazione di un camminamento pedonale.

"Tre degli interventi proposti interessano da un lato il miglioramento della viabilità stradale di un’arteria fondamentale per l’ingresso e l’uscita dalla città, oggi quasi al termine di una riqualificazione complessiva, dall’altro il completamento e il restyling di due strade fondamentali per la vita dei quartieri in cui si trovano, Murat e Libertà - commenta Giuseppe Galasso -. Per quanto riguarda il quarto progetto, stiamo provando tutte le soluzioni possibili per completare, il prima possibile, quello che diventerà il più grande parco urbano di Bari, un’opera molto attesa che cambierà totalmente il volto della nostra città". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Parco della Rinascita al raddoppio di via Amendola, Bari candida quattro progetti ai fondi ministeriali di rigenerazione urbana

BariToday è in caricamento