menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Sicurezza a rischio nel campo migranti di Japigia": firmata l'ordinanza di sgombero

Nell'insediamento abusivo di strada Cannone ieri era avvenuto un incendio. Vista la presenza di rifiuti infiammabili è stato disposto il provvedimento

Sarà smantellato il campo migranti in località Torre Carnosa, nel prolungamento di strada Cannone a Japigia. In giornata è stata infatti firmata l'ordinanza che prevede non solo l'allontanamento di tutte le persone residenti nell'area, ma anche la rimozione contestuale di ogni bene e manufatto abusivo realizzato nell'accampamento. 

L'ordinanza, spiegano da Palazzo di città, è a tutela della sicurezza dei cittadini residenti in zona e degli stessi occupanti. "Si è resa necessaria - scrivono in una nota - a seguito del grave incendio divampato ieri nell’area. Durante le operazioni di spegnimento effettuate dai Vigili del Fuoco è stata rilevata dalla Polizia Locale la presenza di accumuli di materiale di vario genere e di natura tossica (plastica, pneumatici, bombole di propano ed altro materiale) facilmente infiammabile, che mettono a grave rischio la pubblica incolumità nonché di una ricca vegetazione spontanea, composta di alte sterpaglie a forte rischio incendio".

Sul luogo dell'incendio ieri è intervenuto anche il Pronto intervento sociale, il servizio del Comune a tutela dei minori e delle persone svantaggiate, che non ha rilevato eventuali situazione critiche per l'inserimento di soggetti in dormitori o mense cittadine. Già lunedì scorso, quando la Polizia aveva effettuato un sopralluogo nell’insediamento abusivo, le persone presenti all’interno del campo risultavano denunciate per i reati di discarica abusiva, violazioni urbanistiche inerenti la realizzazione di manufatti con materiale di riciclo adibiti ad alloggio e furto di energia elettrica. Le operazioni di sgombero andranno avanti nelle prossime ore e in caso di resistenza da parte dei residenti è prevista l'esecuzione coatta del provvedimento.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento