Cronaca

"Fermate la mattanza degli agnelli pasquali", flash mob degli animalisti davanti alle chiese

L'iniziativa, promossa dagli attivisti di Puglia Vegana Antispecista nella Domenica delle Palme, ha riguardato le principali chiese della città, per invitare chi festeggia la Pasqua a rinunciare ad una tradizione "che racchiude violenza e privazione del dono essenziale della vita"

Un flash mob davanti alle chiese della città, per dire basta "alla mattanza degli agnelli pasquali". L'iniziativa è stata organizzata ieri mattina, domenica delle Palme, dagli attivisti di Puglia Vegana Antispecista.

"Sono circa 4 milioni gli agnelli uccisi ogni anno in Italia, tra quelli esportati dall'Est Europa e quelli allevati in Italia, e di questi circa 800.000 sono uccisi solo in questo periodo. Ad un mese di vita vengono strappati alle madri, costretti a lunghi viaggi terribili ed estenuanti su TIR strapieni, per arrivare al macello, dove gli animali, terrorizzati, vengono immobilizzati, storditi, appesi ad un gancio per una zampa, e lasciati dissanguare, per poi essere fatti a pezzi e finire sulle tavole pasquali. Lo scopo dell'iniziativa è stato quello di sensibilizzare e dar modo di riflettere su quanto accade a questi giovanissimi animali e a tutti gli animali durante l'anno; l'invito è rivolto a tutti coloro che li mangiano, ma in particolare a chi, da cristiano, ritiene di festeggiare una Pasqua di pace e misericordia e si ritrova, ignaro o indifferente, a consumare un piatto che racchiude violenza e privazione del dono essenziale della vita. Una mattanza inutile, crudele e terrificante che ogni anno si consuma per tradizioni assurde e obsolete".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fermate la mattanza degli agnelli pasquali", flash mob degli animalisti davanti alle chiese

BariToday è in caricamento