Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

"Gli animali al circo non si divertono", in centro il flash mob degli animalisti

In piazza San Ferdinando il presidio organizzato Collettivo Puglia Vegana Antispecista per "sensibilizzare e informare i cittadini sullo sfruttamento degli animali nei circhi"

Ancora una volta in strada per dire no ai circhi con animali. Il Collettivo Puglia Vegana Antispecista ha organizzato, nella giornata del 6 gennaio, un presidio scenico allo scopo di sensibilizzare e informare i cittadini sullo sfruttamento degli animali nei circhi.

“Il circo con animali - scrivono gli organizzatori - è una forma di spettacolo obsoleta tenuta in vita con contributi statali: ogni anno mediamente 5.000.000 di euro di denaro pubblico vanno a riempire le tasche dei circensi italiani, alimentando una tipologia di intrattenimento gravemente diseducativa per i bambini, assuefatti così fin dalla più tenera età all’idea di sopraffazione del più debole”.

Una ventina di attivisti con il volto coperto da maschere bianche simbolo dell’indifferenza, vera e propria piaga sociale, hanno informato e sensibilizzato, tramite immagini trasmesse su maxi schermo ma anche tablet, volantinaggio ed esposizione di cartelli sulla realtà dei backstage dei circhi che sfruttano e imprigionano animali e del loro viaggio all’inferno.

“Solo se nessuno sosterrà economicamente queste realtà, sarà possibile trasformare tutti i circhi in qualcosa di davvero bello, che metta in mostra la bravura di umani e non la sofferenza degli animali”.

Il presidio è stato organizzato da Puglia Vegana Antispecista  ed il sostegno di attivisti indipendenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gli animali al circo non si divertono", in centro il flash mob degli animalisti

BariToday è in caricamento