Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tavole apparecchiate e ristoratori 'a terra': la protesta dopo le chiusure. I lavoratori del wedding: "Servono aiuti programmati"

Sentita partecipazione al flash mob organizzato dalla Fipe in largo Giannella seguendo le misure Covid. Nella piazza antistante, la protesta dei lavoratori del settore eventi e wedding

 

Le tovaglie pulite, con sopra piatti e posate, come se fossero pronte ad ospitare un commensale. Seduti a fianco però ci sono i lavoratori del settore della ristorazione: titolari di locali, ristoranti e bar, cuochi, pasticceri, che questa mattina si sono riuniti in largo Giannella per un flash mob di protesta, accogliendo l'appello di Fipe - Confcommercio Bari-Bat. Le tovaglie sono state posizionate per terra in un'area circoscritta, con i manifestanti che hanno mantenuto il distanziamento e indossando le mascherine. Nella piazza antistante, erano invece presenti alcuni rappresentanti dei settori wedding ed eventi, chiedendo aiuti non di carattere temporaneo (il riferimento è agli incentivi promessi dal premier Conte nell'ultimo dpcm), ma una programmazione per una categoria che "è ormai piena di debiti e ha visto un crollo del fatturato ancora più netto ora che la stagione dei matrimoni è stata conclusa in anticipo" spiega al microfono di BariToday Maurizio Rella, titolare di un'agenzia organizzatrice di eventi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento