Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Sicurezza sulle due ruote, flash mob dei ciclisti: "Non siamo fantasmi"

Terza edizione dell'iniziativa a cura delle associazioni IX Maggio, Bici & Amici, Pattinatori Bari, Ciclo Spazio e Residenti San Cataldo per non dimenticare le Vittime sulla strada

Una passeggiata sul Lungomare, da piazza Diaz fino a San Girolamo dove, in via Respighi, è stata posto un mazzo di fiori sulla bici legata a un palo, lì dove morì investito da un'auto, nel novembre 2014 il ciclista 57enne Vincenzo Memola: flash mob, questa mattina, per gli amanti delle due ruote, organizzato dalle associazioni IX Maggio, Bici & Amici, Pattinatori Bari, Ciclo Spazio e Residenti San Cataldo. La terza edizione del raduno ha avuto come obiettivo, oltre a non dimenticare le Vittime della strada, il tenere alta l'attenzione su alcuni punti della città che presentano maggiori pericoli per i ciclisti.

Tra le proposte presentate, la "creazione di un piano di viabilità che preveda l’implementazione e la messa in sicurezza delle piste ciclabili per un contesto urbano che favorisca l’uso della biciletta, la diisincentivazione dell’uso delle auto in centro città promuovendo e agevolando l'utilizzo della bicicletta anche per gli spostamenti lavorativi" e "più controlli sui limiti di velocità nel centro città" con "la realizzazione delle zone 30". Il gruppo, prima di dirigersi verso San Girolamo, ha ricordato anche Vincenzo Strippoli, ciclista 75enne travolto da una vettura ad aprile 2013 nelle vicinanze del Castello Svevo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza sulle due ruote, flash mob dei ciclisti: "Non siamo fantasmi"

BariToday è in caricamento