Cronaca

Allo stadio per Foggia-Salernitana nonostante il doppio Daspo: arrestato ultras barese

Individuato dalla Digos durante i controlli in occasione della partita dello scorso 1° maggio. Un altro tifoso barese è stato denunciato per aver fornito false generalità ai poliziotti

Intercettato dagli agenti della Digos nei pressi dello stadio, a Foggia, nonostante fosse destinatario di due Daspo. A finire in manette, lo scorso 1° maggio, il 33enne barese Giuseppe De Benedictis, del gruppo ultras 'cani sciolti'. 

In occasione della partita Foggia-Salernitana, nell'ambito dei controlli volti ad intercettare i tifosi del Bari calcio, con i quali i sostenitori salernitani sono legati da un rapporto di gemellaggio, gli agenti della Digos hanno intercettato nei pressi dell’impianto sportivo, in prossimità del settore ospiti, 4 ultras baresi intenti a discutere tra loro. Nel corso del controllo, uno di essi,ha fornito false indicazioni sulla propria identità: accompagnato negli Uffici della Questura, è stato riconosciuto tramite fotosegnalamento e denunciato all’A.G. in stato di libertà per false dichiarazioni sull’identità personale. 

Nella stessa occasione il 33enne è risultato avere a suo carico due provvedimenti DASPO: il primo emesso dal Questore di Frosinone nel 2014, per la durata di anni 5 ed il secondo emesso dal Questore di Crotone nel 2014, per la durata di anni 8. De Benedictis è stato quindi arrestato e condotto in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allo stadio per Foggia-Salernitana nonostante il doppio Daspo: arrestato ultras barese

BariToday è in caricamento