Liquami in mare a Pane e Pomodoro, Aqp: "Al lavoro su due progetti"

Previsti due diversi interventi per un investimento complessivo di 22 milioni di euro, per uno dei quali i lavori sono in fase di aggiudicazione

Un investimento complessivo di oltre 22 milioni di euro, ripartito su due diversi progetti, per risolvere in maniera definitiva il problema dello sversamento dei liquami in mare a Pane e Pomodoro. All'indomani della protesta dei frequentatori del lido cittadino, Acquedotto pugliese ribadisce di essere al lavoro per la risoluzione permanente del problema.

Il primo progetto - fanno sapere da Aqp - riguarda "l'eliminazione delle interferenze dirette di fognatura nera con il canale 'Picone' in varie vie del comune di Bari". L'intervento, per un costo complessivo di circa 2 milioni e duecentomila euro, è stato appaltato e la gara è in fase di aggiudicazione. "I lavori previsti - è spiegato in una nota dell'ente - mirano sostanzialmente ad eliminare tutte quelle interferenze dirette tra la fognatura nera e il canale "Picone", dovute a rotture (verificatesi a seguito dell'obsolescenza delle reti) dei setti in calcestruzzo presenti nei pozzetti di ispezione che dividono di fatto le acque nere dalle bianche, favorendo l'ingresso delle prime nelle seconde. Analogo intervento è previsto per i setti dei pozzetti sifonati. Saranno anche eliminate immissioni dirette causate da variazione di tracciati di tronchi fognari e da allacci realizzati nel tempo passato ed impropriamente recapitanti nel canale “Picone”. Nell’eventualità di sovraccarichi della rete nera, si potrà comunque, verificare, seppure in maniera ridotta, il fenomeno dello stramazzo di acque nere nella fogna bianca. Tale evenienza è legata alla struttura della rete di Bari risalente agli anni ’60 del secolo scorso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di portata più ampia il secondo intervento, che riguarda "una rivisitazione complessiva delle reti fognanti dei quartieri Carrassi, Picone e Madonnella", "con la modifica delle dimensioni e dei percorsi di alcune dorsali della rete di fognatura comprese tra lo stesso 'Picone' e i collettori 'Alto' e 'Matarrese'. Secondo i piani di Aqp tale progetto, dell'importo di 20 milioni di euro, potrà probabilmente essere appaltato entro la fine dell’anno, "non appena acquisiti i relativi pareri ed autorizzazioni e permetterà il definitivo superamento della promiscuità delle reti bianca e nera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento