Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca Bari Vecchia

Bari vecchia, liquami di fogna a due passi dal Museo Nicolaiano

Da mesi residenti e turisti si lamentano per la situazione di Strada Vanese, a due passi dalla Basilica di San Nicola, dove un tombino si intasa ad ogni pioggia allagando la strada con gli scarichi della rete

A guardarlo sembra un vicolo come tanti, ma dopo ogni pioggia, si trasforma in un fiume di liquami e scarichi fognari. Gli abitanti di strada Vanese a Bari Vecchia, a due passi dalla Basilica di San Nicola, sono oramai abituati a scene che si ripetono periodicamente. Basta un acquazzone per veder fuoriuscire di tutto e di di più da un tombino posto davanti all'ingresso del Museo Nicolaiano: "E' una situazione insostenibile", lamenta una donna mentre preleva l'acqua dalla fontana del piccolo slargo a pochi metri dal pozzetto fognario incriminato, "e si ripete - prosegue - ogni 7-10 giorni. Sono mesi che va avanti così, è uno schifo".

La situazione, pare, sia peggiorata dalla scorsa estate. Non certo un biglietto da visita invitante per una zona frequentata dai turisti e da molti visitatori del Museo Nicolaiano, il cui cortile d'ingresso si riempie di liquido puzzolente ad ogni pioggia: "Per fortuna c'è una leggera pendenza - dichiara la vicedirettrice Felicia Armenise - altrimenti sarebbe anche peggio. Ogni volta siamo costretti a chiamare i vigili per un intervento. E' una situazione medievale".

In effetti, da troppo tempo ormai si procede con soluzioni tampone, semplicemente liberando lo scarico e ripulendo l'area. Gli abitanti chiedono interventi risolutivi per non essere sempre costretti a camminare tra la pupù, ma temono di ritrovarsi, tra un po' di mesi, al punto di partenza, peggiorato dal micidiale mix di caldo e miasmi ad avvolgere anche i numerosi turisti che transiteranno per le vie del Borgo Antico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari vecchia, liquami di fogna a due passi dal Museo Nicolaiano

BariToday è in caricamento