Cronaca

Formedil-Bari aderisce al simbolico ‘risparmio energetico’ nella giornata ‘M’illumino di meno’

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Appuntamento domani pomeriggio nella sede del Formedi-Bari con la presentazione dei progetti d'impresa femminile su materiali bio-edili sviluppati dalle 15 partecipanti a un corso della scuola edile.

Bari, 13 febbraio 2014 - Formedil-Bari, la scuola per la formazione professionale in edilizia del territorio, aderisce al simbolico 'silenzio energetico' nella Giornata 'M'illumino di meno' - la nota campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica 'Caterpillar' di Rai Radio 2 - con una iniziativa che vede coinvolte giovani donne inoccupate o disoccupate della provincia di Bari.

Si terrà domani pomeriggio, a partire dalle 17 nella sala convegni del Formedil-Bari, l'evento 'Sostenibilità in corso. Tecniche, materiali, competenze: la bio-edilizia parla al femminile' organizzato a conclusione del corso di formazione 'Sustainable Building: rivendite di materiali ecocompatibili' (finanziato dall'AVVISO BA/06/2012 del POR Puglia 2007 - 2013 FSE, Asse II Occupabilità). Il percorso formativo, finalizzato a preparare responsabili di vendita specializzate in materiali bio-edili, ha coinvolto nei mesi scorsi 15 giovani donne inoccupate e disoccupate. Durante l'iniziativa le corsiste riceveranno gli attestati di partecipazione e illustreranno tre progetti di sviluppo d'impresa ad aziende edili, professionisti, rivenditori, produttori e fornitori di materiali edili ecosostenibili.

A partire dalle 18, aderendo alla campagna 'M'illumino di meno' per promuovere il risparmio energetico, saranno spente tutte le luci negli uffici del Formedil-Bari ma, al tempo stesso, si accenderanno quelle - alimentate con energia solare - della 'Solar Natural House', il prototipo di casa passiva a vocazione mediterranea realizzato all'interno del cantiere scuola sul progetto elaborato dal Dipartimento di Architettura del Politecnico di Bari.

In quel momento l'unica fonte di illuminazione nel cantiere scuola proverrà dall'energia pulita prodotta dalla guaina fotovoltaica sul tetto della casa passiva, e sarà proprio una delle partecipanti al corso ad accendere le luci, dando il via, simbolicamente, al momento clou per la valorizzazione dell'energia intelligente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formedil-Bari aderisce al simbolico ‘risparmio energetico’ nella giornata ‘M’illumino di meno’

BariToday è in caricamento