Cronaca

Scatti on the road, ecco i “fotografi di strada”

Amanti della fotografia si ritrovano sul web e ora fondano un'associazione: nei primi mesi del 2013 sarà organizzata una mostra

Uno dei primi incontri del gruppo fondatore

Un passaparola virale generato all’interno di Facebook. Un modo per riunire le forze e lanciare una passione che ha voglia di esprimersi nell’incontro con quanti sono accomunati dal medesimo desiderio: immortalare negli scatti gli istanti del proprio quotidiano. Nasce così il gruppo “Fotografi di strada”, un’idea nata su iniziativa di Giuseppe Di Bari e che ora sta per strutturarsi in associazione. L’apertura ufficiale delle iscrizioni avverrà giovedì 13 dicembre, con un banchetto che sarà sistemato davanti al Palazzo della Posta Centrale (piazza Cesare Battisti, ndr). Sul social network di Mark Zuckerberg, il gruppo conta oltre 600 aderenti e la pubblicazione delle foto cresce giorno dopo giorno.

L’obiettivo degli ideatori è quello valorizzare la fotografia: “E’ un gruppo aperto a quelli che la amano  - si legge nella fan page -. E’ uno spazio aperto a chiunque desideri inserire foto scattate per strada, con macchine fotografiche o cellulari, senza preoccuparsi se lo scatto sia perfetto: l’importante è l’emozione che una persona vive in quel breve istante dello scatto”.

Il vortice di immagini presenti nella pagina Facebook è da non perdere. Angolazioni, visuali, prospettive. Tramonti, paesaggi, oggetti, palazzi. La realtà prende la forma che l’occhio cattura e ne risulta trasformata. Nei primi mesi del 2013 verrà organizzata una mostra, la cui partecipazione è gratuita per chi decida di iscriversi all’associazione (ci si può registrare anche mandando una e-mail con dati anagrafici e recapito telefonico a fotografidistrada.bari@gmail.com).  

Gli scatti si susseguono e il gruppo si allarga. L’impressione è che possa nascere qualcosa dì importante, capace di spingere all’osservazione e alla meditazione dei luoghi abitati. “Porto la mia macchina fotografica ovunque vada. Avere un nuovo rullino da sviluppare mi dà una buona ragione per svegliarmi la mattina”, scriveva Andy Warhol. Un consiglio da tenere  in mente se non si vuole che tutto scorra senza emozione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scatti on the road, ecco i “fotografi di strada”

BariToday è in caricamento