Passata la paura, parla il padre di Francesca: "Momenti di grande angoscia, lascerà l'Egitto"

Il padre della giornalista trattenuta all'aeroporto del Cairo a Brindisireport: "Immediato interessamento dell'Ambasciata italiana"

Si avvia verso una risoluzione positiva la vicenda di Francesca Borri, la 39enne giornalista barese, reporter di guerra, trattenuta per un giorno in aeroporto al Cairo al suo arrivo in Egitto dall'Italia.
Come riferisce il padre Dino, assessore all'urbanistica del Comune di Brindisi a Brindisireport, Francesca rientrerà in Italia.
“L’interessamento dell’ambasciata italiana – afferma Dino Borri – è stato immediato”. A quanto pare le autorità egiziane avrebbero contestato alla giornalista barese di essere entrata in Egitto con un visto turistico non corrispondente alla sua attività di giornalista di guerra. “Ma in realtà Francesca – spiega il padre – voleva solo riposarsi un po’, dopo essere stata in India per 20 giorni”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri in casa nel cuore della notte (con i proprietari dentro): è allarme furti nel Barese

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Via gli pneumatici, le auto parcheggiate finiscono 'sospese' sui sassi: ladri in azione a Bari

  • Apre il nuovo 'sottopasso giallo' di Bari Centrale: più largo, con ascensori e aperto anche alle bici

  • Stipendi in ritardo e negozio a rischio chiusura, lavoratori di Centro Convenienza in protesta: futuro incerto per 15 dipendenti

Torna su
BariToday è in caricamento