Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

"Riciclava il denaro del boss", arrestato presunto cassiere del clan Capriati

Il ristoratore barese Francesco Quarto era sfuggito all'arresto lo scorso 16 maggio, quando un blitz antiriciclaggio della Dia portò in carcere altre dieci persone ritenute vicine al clan di Bari vecchia

Era sfuggito all'arresto lo scorso 16 maggio, quando un blitz della Dia ha portato in carcere altre dieci persone, accusate di aver riciclato denaro sporco del clan mafioso Capriati in attività commerciali e immobili. Ma oggi, al suo rientro dalla Colombia, per Francesco Quarto, ristoratore barese, sono scattate le manette.

LEGGI ANCHE: RICICLAGGIO, SOTTO SEQUESTRO RISTORANTE DEL CENTRO

Quarto, ritenuto a capo dell'organizzazione criminale dedita al riciclaggio, all'impiego di capitali illeciti in attività economiche e all'intestazione fittizia di beni, è stato ammanettato nell'aeroporto di Fiumicino. Secondo gli investigatori Quarto sarebbe l'ex autista del boss barese Antonio Capriati - attualmente in carcere dove sconta una pena all'ergastolo - e cassiere del clan.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Riciclava il denaro del boss", arrestato presunto cassiere del clan Capriati

BariToday è in caricamento