menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frutta e verdura venduti abusivamente: dopo il sequestro, la donazione alla mensa dei poveri di Molfetta

Il gesto solidale della polizia locale del comune barese. All'uomo è stato sequestrato anche il treruote con cui trasportava gli alimenti, oltre a ricevere una multa per vendita abusiva

Frutta e verdura sequestrate donate alla mensa dei poveri. È il gesto solidale degli agenti della polizia locale di Molfetta, nel Barese, che in seguito al blitz nei confronti di un venditore abusivo, hanno recuperato 29 casse di carciofi, 28 di patate, 6 di pomodori, 6 di rape, 12 di mandarini, 9 di finocchi, 3 di uva, 2 di kiwi, 2 di cavolfiori, 2 di banane, 3 di mele e 5 di arance. Tutto materiale che è stato devoluto alla mensa dei poveri dei Gruppi di volontariato Vincenziano della parrocchia Cattedrale.

Il fruttivendolo abusivo, che operava tra via Capitano De Candia e via Tenente Silvestri, ha visto anche il sequestro del mezzo con cui trasportava gli alimenti (un treruote) e  una multa di 5mila euro per vendita abusiva. L’operazione si inserisce in una vasta serie di controlli, in collaborazione con i Carabinieri, su tutti i fruttivendoli della città iniziata sabato. Nello scorso fine settimana, infatti, i sopralluoghi presso altri esercizi avevano portato a sanzioni per due attività per occupazione di suolo pubblico.

“I controlli – afferma il sindaco Tommaso Minervini – della nostra Polizia locale, impegnata quotidianamente nella lotta alle illegalità sono continui e proficui. Il contrasto all’abbandono dei rifiuti, i controlli sulla sicurezza stradale e i sequestri alle attività abusive dimostrano una vivacità positiva mai vista del corpo di polizia della città”. “Il controllo del territorio – afferma il neo vicesindaco Antonio Ancona – è una nostra priorità. Nel weekend la Polizia locale è stata impegnata anche in operazioni anti-assembramento, intervenendo all’esterno di locali pubblici per le identificazioni e le sanzioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento