Cronaca

Fuga contromano con le auto rubate: inseguiti dalla polizia, due in manette

L'inseguimento, cominciato a Modugno, si è protratto per diversi chilometri, anche in tangenziale, fino all'uscita dell'Ikea, dove i fuggitivi hanno imboccato anche incroci contrommano, per poi tentare la fuga a piedi ed essere bloccati

Due bitontini di 30 e 42 anni, Antonio Bartolomeo e Benito Cirillo, con precedenti, sono stati arrestati dalla polizia con l'accusa di concorso di ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale.

I due uomini sono stati bloccati al termine di un inseguimento in auto che ha visto impegnati equipaggi delle Volanti  con l’ausilio di equipaggi in moto della Squadra mobile.

In particolare, un equipaggio della Squadra Mobile ha intercettato sulla SS 98, in località Modugno, tre autovetture che a forte velocità transitavano in direzione Bari. E' così scattato l'inseguimento fino all’imbocco della tangenziale, dove il conducente di una delle tre autovetture, probabilmente accortosi della presenza della polizia, ha invertito repentinamente il senso di marcia, dirigendosi in direzione Modugno, mentre le altre due proseguivano in direzione Brindisi.

Mentre il primo equipaggio ha inseguito l'auto che aveva cambiato direzione, un altro equipaggio della moto montato della Squadra Mobile è riuscito ad agganciare le due autovetture che avevano continuato la corsa in direzione Brindisi. Un'altra Volante è sopraggiunta anche da Poggiofranco, posizionandosi allo svincolo Bari-Carbonara e intercettando le due auto in fuga. I due fuggitivi, raggiunti anche dalla Volante, hanno aumentato anche la velocità ostacolando i poliziotti e zig zagando tra i veicoli in transito. L’inseguimento è continuato fino all’uscita Mungivacca, all’altezza dell'Ikea, proseguendo anche in senso di marcia contrario ed imboccando contromano i vari incroci del percorso, fino a quando i due hanno interrotto la corsa in aperta campagna e abbandonato i veicoli, per guadagnarsi la via di fuga a piedi, ma sono stati accerchiati e bloccati dai poliziotti.

Gli uomini avevano radioricetrasmittenti e risultavano annoverare numerosi precedenti penali, in particolare il 42enne, sottoposto alla misura cautelare personale dell’obbligo di firma presso il commissariato di Bitonto. Nel corso dei successivi accertamenti è emerso che i due veicoli erano stati trafugati il 20 dicembre scorso da una concessionaria con sede a Gioia del Colle.

Dopo le formalità di rito, gli arrestati sono stati accompagnati presso le proprie abitazioni in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’A.G. procedente in attesa del rito della direttissima.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuga contromano con le auto rubate: inseguiti dalla polizia, due in manette

BariToday è in caricamento