rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca Bitonto

Operaio vittima in cantiere a Carbonara, ultimo saluto ad Angelo: "Una vita di fatica e sacrificio"

Ieri i funerali dell'operaio 58enne precipitato da un'impalcatura mentre lavorava in un cantiere a Carbonara. Don Vito Piccinonna: "Le istituzioni devono assicurare un lavoro buono e dignitoso, non luoghi di morte"

"Non è accettabile che i luoghi di lavoro diventino luoghi di morte, perché il lavoro è per la vita": sono queste le parole, riportate dall'agenzia Dire, che don Vito Piccinonna, direttore Caritas diocesana e rettore della basilica dei Santi Medici di Bitonto, ha pronunciato ieri durante la cerimonia funebre di Angelo Bonelli, l'operaio di 58 anni morto lo scorso 30 luglio mentre era a lavoro in un cantiere del rione Carbonara a Bari.

Proseguono le indagini per comprendere le dinamiche e le responsabilità del tragico episodio che ha visto la tragica scomparsa del 58enne precipitato in un lucernario: secondo le fonti Dire, la procura di Bari avrebbe iscritto nel registro degli indagati tre persone che risponderebbero di omicidio colposo e violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro.

"È dovere di tutti, in primis degli organi istituzionali, non solo assicurare un lavoro, ma assicurare un lavoro buono e dignitoso - ha continuato don Piccinonna durante il rito funebre - Chi potrà riscattare queste vite? Chi potrà ridare uno sposo, un padre, un amico? Non certo un risarcimento". Molto toccante la testimonianza della figlia della vittima che ha descritto a parole l'assenza del padre ed il tragico destino che ha segnato la sua fine: "La tua è stata una vita piena di lavoro, di sveglie all'alba, di pranzi fugaci, al freddo dell'inverno o al sole cocente dell'estate. Il tuo sudore era fatto di fatica, sacrificio, un senso altissimo del dovere. Da te abbiamo imparato che gli obiettivi si possono perseguire lavorando, con umiltà, senza scorciatoie".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio vittima in cantiere a Carbonara, ultimo saluto ad Angelo: "Una vita di fatica e sacrificio"

BariToday è in caricamento