Fuochi d'artificio esplosi dal Libertà a Carrassi fino a Bari Vecchia: scattano i sequestri, nove denunce

Un fenomeno spesso segnalato dai residenti, legato a motivazioni tra le più disparate, dal 18esimo compleanno del parente o dell'amico, o all'aver conosciuto il sesso del nuovo nato, e non solo: nel borgo antico si indaga se i fuochi siano stati esplosi per la scarcerazione di un pregiudicato

Nove persone sono state denunciate dai Carabinieri dopo essere state scoperte a far esplodere fuochi d'artificio in varie zone della città, dal Libertà a Carrassi, fino a Bari Vecchia. Un fenomeno spesso segnalato dai residenti, legato a motivazioni tra le più disparate, dal 18esimo compleanno del parente o dell'amico, o all'aver conosciuto il sesso del nuovo nato, e non solo. 

In particolare, i militari avevano già sequestrato ieri in via Nicolai, due cartoni con 8 pacchi di candelotti, due batterie di fuochi e due pacchi con 5 batterie pronte per l'innesco. A Bari Vecchia, invece, sono stati denunciati, in piazza Chiurlia, un 18enne e un 23enne, ritenuti responsabili dell'accensione, senza autorizzazione, di fuochi nel pomeriggio del 27 gennaio scorso, tra turisti e passanti: i militari stanno verificando se la circostanza sia o meno legata alla scarcerazione di un pregiudicato locale, rimesso in libertà poco prima. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sette, invece, le denunce nei quartieri di Carrassi, Madonnella, Japigia e San Pasquale. In quest'ultima zona, i militari hanno rinvenuto sui terrazzi di libero accesso di un complesso condominiale  una Santa Barbara di fuochi pirotecnici illegali già esplosi, su cui sono in corso accertamenti.

Le accensioni non autorizzate in luogo pubblico di fuochi o esplosioni pericolose sono monitorate da tutti i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari. In particolare, a Modugno è stato denunciato un 50enne con precedenti, sorpreso con 2 batterie di fuochi d`artificio da 100 tubi per un peso complessivo di polvere pirica di 9,5 Kg, nascosti all’interno della propria autovettura., L’uomo, che aveva regolare permesso per la vendita di giocattoli pirici, è stato denunciato per detenzione illegale di artifici pirotecnici e vendita non autorizzata. A Grumo Appula, invece, i Carabinieri della locale Stazione, unitamente a personale della Sezione Operativa del N.O.R. di Modugno, hanno denunciato a piede libero un 36enne del luogo, pregiudicato, con le accuse di omessa denuncia di materiale esplodente e detenzione illegale di artifizi.: in casa aveva 22 artifizi esplodenti denominati “Thunder” di categoria F4 del peso complessivo di 726 grammi di polvere pirica.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

Torna su
BariToday è in caricamento