Cronaca Molfetta

'Furbetti del cartellino' all'ospedale 'Don Tonino Bello di Molfetta: altri sei dipendenti sospesi

I sei coinvolti nelle nuove disposizioni eseguite dalla GdF sono accusati, a vario titolo, di  aggravata e continuata ai danni della Asl, false attestazioni della presenza in servizio e peculato

L'immagine del filmato della Gdf riguardante i 12 arresti della prima tranche dell'operazione

Altri sei dipendenti dell'Asl, impiegati nell'ospedale 'Don Tonino Bello' di Molfetta e nei servizi Siav della città barese sono stati sospesi dal servizio a seguito di misure cautelari richieste dalla Procura di Trani nell'ambito dell'inchiesta sui 'furbetti del cartellino' che, alcuni giorni fa, aveva portato all'arresto di 12 persone con 30 indagati tra dirigenti medici, personale paramedico, tecnici e impiegati. Secondo le accuse, diversi lavoratori avrebbero messo in atto un sistema di fraudolenta solidarietà per timbrare il cartellino ed assentarsi dal lavoro durante l’orario di servizio

Le indagini della Procura: 'furbetti' immortalati dalle telecamere

I sei coinvolti nelle nuove disposizioni eseguite dalla GdF sono accusati, a vario titolo, di  aggravata e continuata ai danni della Asl, false attestazioni della presenza in servizio e peculato. Intanto, il gip del Tribunale di Trani ha rigettato le richieste di revoca o sostituzione delle misure cautelari presentate dai legali dei 12 arrestati. Nei giorni scorsi sono stati eseguiti gli interrogatori di garanzia nei loro confronti, nell'ambito delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Silivia Curione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Furbetti del cartellino' all'ospedale 'Don Tonino Bello di Molfetta: altri sei dipendenti sospesi

BariToday è in caricamento