Anziani pedinati e derubati all'uscita di Poste e banche: pregiudicato incastrato dalle telecamere

In manette un 63enne di Triggiano: due i colpi attribuiti all'uomo,avvenuti a Putignano e Conversano. Ma le indagini proseguono: potrebbe aver compiuto furti simili anche in altri Comuni della provincia

Il ladro ripreso dalle telecamere

Loden color cammello, valigetta in mano. Nascondendosi dietro la parvenza di distinto signore, pedinava gli anziani da derubare, preventivamente individuati in uffici postali e banche.

Le testimonianze delle vittime e le telecamere installate nei luoghi in cui sono avvenuti i furti hanno però consentito ai carabinieri di individuare il presunto ladro, un pregiudicato 63enne di Triggiano. All'uomo sono contestati due furti, sempre commessi in danno di anziani, avvenuti a Putignano e Conversano. Ma le indagini dei militari proseguono, perchè il 63enne potrebbe essere responsabile anche di altri colpi simili, messi a segno in altri Comuni della provincia.

VIDEO: IL MALVIVENTE IN AZIONE

I due furti e l'avvio delle indagini

Le indagini, condotte dai carabinieri della Stazione di Putignano e coordinate dal sostituto procuratore Manfredi Dini Ciacci, sono iniziate nel dicembre 2016, quando una signora 83enne di Putignano si è recata presso dai carabinieri per denunciare che, nell’androne della propria abitazione, era stata avvicinata da un signore distinto nel portamento il quale, dopo averle chiesto un’informazione, con una mossa fulminea, era riuscito a sottrarle dall’interno della borsa una busta contenente la somma di 700 euro poco prima prelevata da una vicina banca. Nel corso delle indagini i militari hanno riscontrato che il “modus operandi” dell’autore del furto era lo stesso di un altro episodio accaduto a Conversano nel febbraio 2017, ai danni di un 85enne del luogo che, all’interno di una tabaccheria, era stato avvicinato alle spalle da un individuo il quale, con destrezza, gli aveva sfilato, dalla tasca del giubbotto, la somma di 1.300 euro equivalente alla pensione prelevata poco prima dal vicino ufficio postale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le prove raccolte

Le dichiarazioni rese dai testimoni e l'esame dei sistemi di videosorveglianza presenti nei luoghi interessati hanno consentito di stabilire che l’autore dei due furti era la stessa persona, ovvero un uomo, apparentemente insospettabile, dal portamento distinto, il quale, dopo aver scelto la vittima, adocchiata al momento del prelievo di denaro all’interno di un istituto di credito o ufficio postale, la seguiva e, cogliendo l’attimo più favorevole, metteva a segno il colpo senza troppi scrupoli. Il 63enne è così finito agli arresti domiciliari, ove resterà a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparse da ieri a Bari: ritrovate le due ragazzine di 15 anni

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Uccide fidanzato della ex, accoltella la ragazza e il padre della vittima. arrestato 26enne a Bitetto

  • Pestato brutalmente per strada, morto dopo due giorni di agonia in ospedale. arrestato pregiudicato al San Paolo

  • Scomparse due ragazzine baresi di 15 anni, l'appello: "Non abbiamo più notizie di Asia e Chiara"

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento