Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Furti in appartamento a Molfetta: inseguiti e bloccati dalla polizia, due baresi in manette

Gli arresti sabato sera: i due, scoperti dagli agenti, hanno tentato la fuga innescando un inseguimento, speronando la volante e ferendo un poliziotto

'Intercettati' dopo due furti in abitazione a Molfetta, inseguiti e bloccati dagli agenti del commissariato di Bitonto. In manette, sabato sera, sono finiti due baresi, Angelo Cassano e Vincenzo Romano, di 34 e 33 anni, entrambi con precedenti. 

Secondo quanto accertato dalla polizia nel corso di una serie di mirati controlli, i due entravano in azione utilizzando una Opel Corsa, di proprietà della moglie di uno di loro, manomettendo artigianalmente la targa per renderne impossibile l’individuazione e 'attrezzandola' poi con i necessari arnesi da scasso, come flessibili e cacciaviti, ma anche radio ricetrasmittenti e telefoni cellulari.

I due, colti in flagranza dai poliziotti, hanno cercato di sfuggire all'arresto dandosi alla fuga, nel corso della quale hanno anche speronato uno dei veicoli degli agenti, provocando ad uno dei poliziotti lesioni guaribili in 25 giorni.

Nonostante ciò, gli agenti sono riusciti a bloccare ed arrestare i due fuggitivi, sorpresi ancora in possesso della refurtiva, poi restituita ai legittimi proprietari. Gli agenti hanno poi rinvenuto a bordo della vettura utilizzata dai malviventi tutto il materiale utilizzato per il furto.

Al termine delle formalità di rito i due arrestati sono stati condotti in carcere a Trani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti in appartamento a Molfetta: inseguiti e bloccati dalla polizia, due baresi in manette

BariToday è in caricamento