menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti di armi e munizioni nei Municipi di Puglia e Basilicata: i nomi degli arrestati

L'operazione, condotta dai carabinieri di Matera con l'ausilio dei colleghi di Bari, ha portato a quattro arresti e un obbligo di dimora: i soggetti sono accusati di aver fatto parte di una banda dedita ai furti, che avrebbe messo a segno colpi anche nei Municipi impossessandosi di armi e munizioni in dotazione alla Polizia locale

E' partita da Matera l'indagine che ha portato oggi all'esecuzione di cinque misure di custodia cautelare tra Bari e provincia (una sesta persona è ricercata).

I provvedimenti sono stati eseguiti in particolare tra i quartieri baresi di Ceglie e Loseto e i Comuni di Adelfia e Casamassima: il reato è contestato è quello di associazione per delinquere finalizzata al furto aggravato, alla ricettazione ed al riciclaggio. In particolare, i soggetti coinvolti sono accusati di aver fatto parte di una banda dedita ai furti, che - secondo gli investigatori - avrebbe messo a segno diversi colpi anche in sedi di Municipi tra Puglia e Basilicata, asportando pistole e munizioni in dotazione alla Polizia locale ma anche carte d'identità in bianco e denaro contante.

I destinatari del provvedimento sono:
- Sisto Nicolantonio, 35 anni, residente ad Adelfia: ordinanza in carcere;
- Iaffaldano Raffaele, 53 anni, residente a Bari nel quartiere Ceglie del Campo (attualmente ristretto in carcere per altra causa): ordinanza in carcere;
- Pellegrino Francesco, 38 anni, residente nel quartiere Loseto (attualmente ristretto in carcere per altra causa): ordinanza ai domiciliari;
- Montrone Angelo, 56 anni, residente a Casamassima: ordinanza ai domiciliari;
- Pellegrino Maria, 32 anni, residente ad Adelfia (BA): obbligo di dimora.

Sono ancora in corso le ricerche di un sesto soggetto resosi irreperibile e destinatario di OCC in carcere.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento