rotate-mobile
Cronaca

Auto rubate e 'cannibalizzate', smantellata banda dedita ai furti nel Barese: presi 4 giovani

Si tratta di quattro soggetti bitontini, ritenuti responsabili di almeno dodici colpi, commessi tra aprile e maggio 2023

Sarebbero i responsabili di almeno dodici furti di auto, tutti commessi tra Bari e alcuni Comuni dell'hinterland tra aprile e maggio 2023. In quattro sono stati identificati dalla polizia, che ha eseguito ieri nei loro confronti un provvedimento cautelare. Si tratta di giovani bitontini, tre dei quali con precedenti: tre sono finiti ai domiciliari, mentre un quarto è stato sottoposto alla misura dell'obbloigo di dimora.

L’indagine, condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Bari con il coordinamento della Procura, è stata avviata per contrastare l’escalation di furti di autovetture, verificatisi nell’hinterland barese durante la primavera del 2023. Un fenomeno criminale amplificato, peraltro, dalla diffusione virale di un video sui social media, che documentava il furto di un’autovettura, in pieno giorno, sul lungomare di Santo Spirito.

Le indagini, condotte con attività di appostamento, pedinamento elettronico e videosorveglianza, hanno consentito di individuare il presunto gruppo criminale, ritenuto dagli investigatori "solido e con un’unica cabina di regia", dedito al furto e riciclaggio di autovetture, anche di nuovissima generazione, che poteva contare anche su basi logistiche, all’interno delle quali custodiva le autovetture, anche di grossa cilindrata, utilizzate per compiere i furti, inibitori di frequenze (i cosiddetti jammer) e arnesi da scasso.

In un primo momento, le attività di indagine si sono concentrate nelle campagne della città di Bitonto, ove le autovetture rubate dal gruppo o acquisite nella loro disponibilità, venivano “cannibalizzate”, in pochissimi minuti. Fondamentale per l’indagine, l’individuazione e il sequestro, in uno stabile comprensivo di abitazione con annesso capannone industriale recintato, di un’autovettura Audi RS3 di colore nero, con le stesse caratteristiche di un’auto più volte sfuggita ai controlli delle Forze dell’Ordine, anche attraverso pericolosi inseguimenti. Tale autovettura, dai successivi accertamenti, è risultata provento di furto, con annesso numero di telaio contraffatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto rubate e 'cannibalizzate', smantellata banda dedita ai furti nel Barese: presi 4 giovani

BariToday è in caricamento