menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Officina abusiva con pezzi di auto rubate: blitz della polizia a Monopoli, due arresti

In manette due giovani fasanesi di 24 e 29 anni, scoperti a smontare una Kia risultata rubata a Locorotondo a una turista: all'interno del garage numerose centraline e componenti di autovetture

Una vera e propria officina abusiva con numerosi pezzi provenienti da auto rubate è stata scoperta dalla Polizia nelle campagne di Monopoli: due persone sono finite in manette. Si tratta di due giovani fasanesi di 24 e 29 anni, colti in flagrante mentre terminavano di smontare una Kia rubata a Locorotondo, in precedenza noleggiata da una turista belga all'aerporto di Brindisi. Nel corso del blitz, gli agenti hanno sequestrato un garage sotterraneo, due vetture, un blocco motore di una Bmw, una grande quantità di pezzi e centraline di vetture, oltre alle attrezzature per lo smontaggio.

I due arrestati, già con piccoli precedenti, sono accusati di riciclaggio e ricettazione. Contestati anche reati ambientali ai proprietari del garage dove è stata abusivamente realizzata l’autofficina. Le indagini proseguono per individuari altri possibili componenti di un'organizzazione complessa: la Polizia, infatti, ha individuato, tra i pezzi di ricambio, anche alcuni dispositivi per neutralizzare i sistemi di allarme delle vetture e facilitarne così il furto. Gli inquirenti ritengono che il gruppo possa aver agito da tempo, con "fiancheggiatori" in grado di scegliere le automobili in base alle "richieste del mercato". 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento