menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalle ciliegie agli ulivi monumentali, si moltiplicano i furti nelle campagne pugliesi: "Danni per 300 milioni"

La denuncia arriva dalla COldiretti regionale: "Chiediamo l'intervento del ministro dell'Interno Matteo Salvini. Boom di ladri in azione nel 2018"

"Si moltiplica la conta dei danni nelle campagne pugliesi con il boom di furti che solo nel 2018 ha toccato i 300 milioni di euro. Anche i vigneti salentini sono presi d'assalto: serve un intervento del ministro Salvini". A richiederlo è la Coldiretti Puglia attraverso una nota nella quale denuncia numerosi episodi in tutta la regione

Il vicepresidente dell'associazione, Alfonso Cavallo, spiega che "assistiamo alla 'stagionalità' delle attività criminose in campagna, perché squadre ben organizzate tagliano i ceppi dell'uva da vino a marzo e aprile, rubano l'uva da tavola da agosto ad ottobre, le mandorle a settembre, le ciliegie a maggio". "Rubano le olive da ottobre a dicembre e gli ortaggi tutto l'anno - prosegue Cavallo - ma preferiscono i carciofi brindisini e gli asparagi foggiani, dimostrando che alla base dei furti ci sono specifiche richieste di prodotti redditizi perché molto apprezzati dai mercati". Inoltre, aggiunge la Coldiretti Puglia, "rubano gli ulivi monumentali perché qualcuno evidentemente li ricerca".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento